Risparmio energetico dal 17 novembre le domande

“La Regione Basilicata mette a disposizione 10 milioni di euro, per l’efficientamento energetico degli edifici tramite una serie di misure finalizzate a ridurre i costi dell’energia. Sarà possibile consegnare la domanda dal 17 novembre 2014 al 19 gennaio 2015” a renderlo noto il Presidente del CAAF Cgil Basilicata Michele Andriulli

L’obiettivo della misura varata dalla regione Basilicata, che condividiamo in pieno, è un effettivo risparmio sulle bollette di luce e gas, intervenendo sulle abitazioni private con un grande piano di efficientamento energetico.

Diversi gli interventi inclusi: dall’installazione degli impianti fotovoltaici, all’installazione degli impianti solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari, dagli interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche dell’involucro edilizio a quelli per ottimizzare la resa degli impianti di climatizzazione invernale fino all’installazione di sistemi di riscaldamento alimentati a biomasse combustibili. Si tratta, dunque, di una serie di misure finalizzate a ridurre il costo dell’energia.

I contributi, in particolare, copriranno le spese tecniche sostenute per la progettazione, direzione lavori, collaudo e certificazione (comprese le opere strettamente necessarie e connesse a tali interventi) e la fornitura e posa in opera dei materiali, in una percentuale dal 40% al 100% del costo dell’investimento, a seconda dell’ISEE del richiedente (vedi art. 5). I costi massimi ammissibili, comprensivi di spese tecniche e IVA, per tipologia di intervento sono:

• Per l’installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica: € 4.500

• Per interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche dell’involucro edilizio: € 10.000

• Per l’installazione di impianti solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari: € 3.000

• Per interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione invernale: € 4.000

• Per l’installazione di sistemi di riscaldamento alimentati a biomasse combustibili: € 3.000

Il CAAF CGIL ha organizzato una serie di servizi, mettendo a disposizione tutte le figure professionali necessarie alla corretta compilazione e presentazione della domanda (anche il geometra per la valutazione). Nella graduatoria per la concessione dei contributi sarà data priorità a chi versa in condizioni di disagio. La valutazione sarà effettuata in base ai parametri Isee (Indicatore situazione economica equivalente).

Per questa operazione gli interessati hanno a disposizione 45 giorni a partire dal 1 ottobre. Lo sportello telematico per la presentazione della domanda sarà aperto a partire dalle 8 del 17 novembre 2014 e fino alle ore 13 del 19 gennaio 2015.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento