Vicenza, sui bus controllori con smartphone per verifiche più veloci

autobus vicenzaVerifiche più rapide, senza perdite di tempo per gli utenti e sempre aggiornate. I controllori di AIM Mobilità, con una semplice operazione, saranno in grado di confermare o meno la validità dell’abbonamento al bus. La novità è data da un kit di controllo composto da uno smartphone e da un lettore di tessere, simile ad un telepass. Appoggiando la AIM Card sul lettore, un segnale luminoso e sonoro comunicherà lo status della carta. Se apparirà il verde, significa che è tutto regolare, se invece si accende la spia rossa, appare anche il motivo dell’anomalia. Avendo immediatamente chiara la situazione, il controllore potrà spiegare il motivo della irregolarità ed eventualmente avviare la procedura per una multa per violazione delle norme che regolano il servizio di trasporto pubblico.

Lo smartphone sarà poi in grado di interrogare la banca dati aziendale per verificare in tempo reale il dettaglio dell’anagrafica del Cliente. Il tutto, come si capisce, mediante pochi passaggi estremamente veloci, precisi, che restituiranno immediatamente la posizione dell’utente, limitando quindi margini di incertezza che talvolta danno adito ad antipatiche discussioni a bordo del bus. Infatti, la card ha la doppia funzione di tessera di riconoscimento personale (della durata di tre anni) e di titolo di viaggio (con validità temporale a scelta del cliente: settimanale, mensile, annuale).
Ovviamente, con queste nuove procedure, aumenterà anche il numero di controlli che gli agenti accertatori potranno svolgere a bordo della vettura.
Questo nuovo sistema di controllo della AIM card sarà propedeutico all’ultima iniziativa in agenda: tutti i titoli di viaggio acquistati tramite sms, gli sportelli commerciali di AIM e le rivendite autorizzate, saranno contenuti ed archiviati all’interno della comoda tessera AIM Card. Non solo, ma anche i dati relativi ai vecchi abbonamenti emessi su supporto cartaceo, andranno caricati sulla AIM card personale con una semplice procedura che si limiterà ad un sms. Questa ultima iniziativa è prevista per il primo trimestre 2015.

Non solo, ma a seguire, e grazie alla tecnologia fornita dagli smartphone, i controllori saranno in grado di accogliere pagamenti tramite carta di credito o anche solo bancomat, attraverso Pos mobili.

Va ricordato, infine, che vige l’obbligo di convalida del biglietto, cartaceo o elettronico (quest’ultimo mediante sfioramento della tessera), all’inizio di ogni viaggio: l’eventuale inottemperanza comporta la contestazione dell’irregolarità con una sanzione di 6 euro.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, sui bus controllori con smartphone per verifiche più veloci Vicenza, sui bus controllori con smartphone per verifiche più veloci ultima modifica: 2014-11-11T13:36:04+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento