Firenze, Piano dell’Oltrarno dal 12 gennaio piazza del Carmine diventa pedonale

Scatterà il 12 gennaio la pedonalizzazione di piazza del Carmine, primo tassello di un piano complessivo che riguarda l’Oltrarno e che spazia dalla mobilità al turismo, dalla cultura all’artigianato, dalla vivibilità alle aree verdi.
“A distanza di tre mesi dalla Maratona dell’ascolto organizzato di luglio presentiamo il Piano dell’Oltrarno – ha detto il sindaco Dario Nardella -. L’Oltrarno, che è parte del centro, fino ad oggi non è stato né carne né pesce, un’area senza identità che invece vuole recuperare. Ed è quello che faremo con la pedonalizzazione del 12 gennaio, giorno in cui cade l’anniversario della morte di Vasco Pratolini, che ha dedicato a questa parte della città ‘Le ragazze di Sanfrediano’”. “Si tratta di un piano che riguarda la vivibilità, la mobilità, la cultura, il turismo, il commercio, l’illuminazione, gli artigiani, le aree verdi, le nostre famiglie e i bambini – ha spiegato il sindaco – perché l’Oltrarno sia sempre più vivibile sempre meno inquinato con la possibilità di essere davvero il fiore all’occhiello della Firenze autentica e del nostro centro storico. In Oltrarno introdurremo una ztl come del resto del centro storico e sarà h 24 nei mesi estivi, da aprile a ottobre, in modo da contrastare anche la movida selvaggia e consentire una vivibilità di qualità di questa parte del centro Grazie alla ztl i residenti avranno più vita facile nel Quartiere”. “In via sperimentale, la pedonalizzazione di piazza del Carmine la faremo già per Natale e Capodanno con uno straordinario concerto – ha anticipato il sindaco – ma poi sarà definitiva dal 12 gennaio”. Il sindaco Nardella ha precisato che questo piano non vuole gravare sulle attività artigiane che anzi saranno oggetto di iniziative di valorizzazione. “Lanceremo un vero e proprio piano dell’artigianato creando un distretto artigianale dell’Oltrarno grazie alla collaborazione di due grandi colossi della Rete come Google e Amazon. Metteremo le botteghe artigiane su Google Maps e promuoveremo i prodotti dell’artigianato di qualità con un progetto unico in Italia con Amazon”.
Il Piano prevede interventi anche sulla cultura e sui giovani con le residenze artistiche per i giovani artisti accanto al Conventino e con la “valorizzazione di un vero e proprio percorso turistico-culturale sulle meraviglie dell’Oltrarno attraverso l’apertura del camminamento sulle mura tra piazza Tasso e Porta Romana”, ha spiegato il sindaco, che a proposito dei giardini ha affermato che è prevista “la riqualificazione del Giardino dell’Iris, così come del Giardino delle Rose per il quale sono già in bilancio 150mila euro, e altri giardini come quello dell’area Nidiaci o il nuovo giardino Luzi che apriremo per la prima volta” nell’area del piazzale Michelangelo. Piazzale che sarà anch’esso pedonalizzato entro l’anno prossimo.
Liberiamo piazza del Carmine
Dal 12 gennaio 2015 piazza del Carmine diventerà pedonale raggiungibile in auto da Borgo San Frediano verso via dell’Orto. Lungo il percorso saranno disponibili 65 posti auto per i residenti. Per agevolare l’uscita sarà invertito il senso di marcia in via Santa Monaca verso via dei Serragli.
Il centro della piazza e l’area di fronte alla basilica saranno quindi tutti pedonali. In attesa del progetto di sistemazione definitivo, in via di elaborazione e che dovrà essere concordato con la Soprintendenza ai beni ambientali e architettonici, sono già stati programmati alcuni interventi mirati di ripristino e messa in sicurezza del lastrico (stanziamento 100.000 euro) e la collocazione di pochi elementi di arredo urbano.
Già da metà dicembre è prevista una anticipazione della pedonalizzazione: la piazza ospiterà infatti una rassegna del teatro di strada, un mercatino e uno dei concerti di Capodanno.
Ztl Oltrarno in serie A
Dal punto di vista della mobilità, la novità è un rafforzamento della tutela per l’Oltrarno. Contestualmente alla pedonalizzazione di piazza del Carmine, infatti, l’Oltrarno diventerà tutto zona a traffico limitato ztl di tipo A come il centro storico in riva destra dell’Arno. Restano in vigore i permessi in essere per i residenti, lavoratori, artigiani, mezzi pubblici e per le altre categorie di veicoli autorizzati. Non potranno invece più circolare i mezzi dotati di permesso della ztl settore B (fascia compresa tra il centro e i viali in riva destra). Inoltre, a tutela di una maggiore vivibilità e contro la movida selvaggia, da aprile ad ottobre (periodo in cui scatta la ztl estiva) la ztl A in Oltrarno sarà attiva 24 ore su 24.
Questa riorganizzazione scatterà progressivamente. Due le fasi principali: la prima, che prenderà il via il 12 gennaio, prevede la pedonalizzazione di piazza del Carmine e la destinazione del parcheggio di piazza Cestello ai residenti. La seconda, di più ampio respiro, prevede che anche piazza dei Nerli sia riservata ai mezzi dei residenti e la realizzazione di nuovi parcheggi esterni alla ztl.
Una particolare attenzione viene dedicata anche alle attività artigiane. Verrà infatti ampliata la possibilità di inserimento dei clienti nella lista bianca. Nell’occasione sarà messa a punto una lista puntuale delle attività che possono usufruire di questa opportunità in modo da evitare gli abusi.
Rimanendo in Oltrarno, entro il 2015 sarà pedonalizzato anche piazzale Michelangelo (di pari passo ad un piano alternativo della sosta) e si procederà alla riqualificazione dell’Erta Canina. E ancora in San Niccolò le catene a tutela dell’area pedonale notturna saranno sostituite dai pilomat a scomparsa, una richiesta emersa nel corso della maratona dell’ascolto organizzata nel luglio scorso
La rivoluzione dei parcheggi
Contestualmente alla pedonalizzazione di piazza del Carmine, è stato definito un piano dei parcheggi sia per i residenti che per i non residenti.
Per quanto riguarda i residenti, già da gennaio, i 200 posti di piazza del Carmine saranno recuperati in parte (65) sempre nella piazza (solo sui lati lasciando libera la parte centrale), 82 in piazza Cestello e 10 nella parte esterna dell’ex Gasometro in via dell’Anconella.
Progressivamente e comunque entro il mandato amministrativo, saranno destinati ai residenti anche piazza dei Nerli (92 posti) con spostamento del mercato in via Lungo le Mura di Santa Rosa e piazza Tasso dove sarà realizzato un parcheggio interrato sotto la sede stradale (e non sotto il giardino a tutela delle alberature). La metà dei complessivi 140 posti saranno riservati ai residenti.
Passando alla sosta per i non residenti, entro il mandato arriveranno 100 posti nell’ex Gasometro e 70 nel parcheggio interrato di piazza Tasso. Nelle previsioni urbanistiche l’amministrazione ha inserito anche un parcheggio nell’area dismessa Fonderia (170 posti) ma si tratta di una proprietà privata per la quale deve essere attivata una procedura ad hoc.
Strade e marciapiedi
Dall’anno prossimo prenderà il via una serie di importanti lavori sulle strade dell’Oltrarno: si tratta di un investimento di 3,6 milioni di euro per il rifacimento di 2,5 chilometri di strade e di 5 chilometri di marciapiedi. Si inizia con via dei Serragli, che sarà interessata da interventi di moderazione del traffico e della velocità, di rifacimento di pavimentazione e marciapiedi. Grazie a una innovativa convenzione con Publiacqua (che deve intervenire sui sottoservizi), sarà bandito un appalto per una gara unica con una stazione appaltante unica per tutti i lavori. La gara sarà bandita a gennaio 2015 e l’affidamento è previsto per aprile. I lavori saranno organizzati in due fasi successive, andranno avanti otto mesi e termineranno a fine 2015. A seguire sarà la volta dell’intervento in via Romana. Anche in questo caso sarà utilizzata la procedura della gara di appalto e stazione appaltante unica con Publiacqua. Oltre ai sottoservizi, sarà effettuato il rifacimento della pavimentazione e dei marciapiedi. I lavori inizieranno a gennaio 2016 per terminare entro l’anno. Costo totale 900.000 euro.
Saranno invece 1,7 milioni di euro i fondi già stanziati per il rifacimento in pietra di piazza dei Nerli mentre, in concomitanza dei lavori di sostituzione della rete di distribuzione del gas in Borgo San Frediano, si procederà al rifacimento di strada e marciapiedi (con fondi Toscana Energia).
Turismo sì, ma di qualità
L’Amministrazione sta lavorando per lanciare, da gennaio, un percorso turistico ad hoc, denominato “Oltrarno delle meraviglie” che raccolga le varie realtà museali e artistiche del quartiere (Carmine, Cappella Brancacci, Santo Spirito, Santa Felicita, Specola, Palazzo Pitti, Giardino di Boboli, Museo Bardini, Villa e giardino Bardini, Torre San Niccolò). Un percorso da visitare con un biglietto unico e da inserire nell’offerta della Firenze Card.
In programma anche l’apertura del camminamento sulle mura da piazza Tasso e Porta Romana: per questo l’Amministrazione sta pensando a una promozione dedicata.
Un capitolo a parte viene dedicato alla questione del trasporto pubblico. Le linee 36 e 37 già dal 12 gennaio saranno deviate sul percorso sui viali fuori le mura, alleggerendo il transito dei mezzi su via dei Serragli e via Romana. Il tutto per un costo aggiuntivo di 200.000 euro.
Per quanto riguarda i bus di City Sightseeing Firenze, segnalati nel corso della maratona dell’ascolto come elementi di criticità, l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti ha sottolineato come la società abbia una autorizzazione in corso di validità. Comunque, ha aggiunto l’assessore “La società sta acquistando mezzi più piccoli Euro 6, quindi meno inquinanti e rumorosi di quelli attualmente in uso”.
Centro in bici
Dal 12 gennaio saranno collocate nuove rastrelliere per 200 posti mentre da subito inizierà invece la rimozione dei rottami. Inoltre l’Oltrarno sarà incluso nella gara per il Bike Sharing che sarà bandita nel 2015 con 11 stazioni (a non più di 200 metri di distanza l’una dall’altra). Dopo aver ricordato che in l’Oltrarno vige il limite dei 30 chilometri all’ora, il sindaco ha sottolineato che saranno presi provvedimenti per moderare la velocità
Artigianato e commercio di qualità
Oltre agli accordi con Google e Amazon, il sindaco ha annunciato la creazione di un Distretto artigianale dell’Oltrarno con promozione, campagne e collegamento ai percorsi museali della la Firenze card, incentivi a trasformazione dei volumi dismessi in spazi artigianali per l’imprenditoria giovanile. E ancora l’Amministrazione lavorerà con l’associazione Oltrarno Promuove per mettere a punto un progetto di valorizzazione mirata. Senza dimenticare l’idea di realizzare un mercato con prodotti a chilometri zero nel chiostro delle Leopoldine in piazza Tasso.
Cultura e giovani
Rientrano in questo ambito le residenze per giovani artisti al Conventino (il bando sarà pubblicato a gennaio 2015), il trasloco sempre a gennaio della Biblioteca Tohuar in piazza Tasso e l’organizzazione di eventi del Capodanno in Oltrarno. Eventi che proseguiranno anche nel periodo estivo, con l’individuazione di un capitolo ad hoc nel bando per la prossima Estate Fiorentina e con l’iniziativa Musica sui sagrati e nei chiostri. L’anno prossimo sarà bandita anche la gara per il nuovo affidamento l’area ex Mama e la valorizzazione della chiesa dei Barnabiti con l’ipotesi di realizzarvi la vetrina del fermento culturale del quartiere. Infine il Teatro Goldoni che passerà al Teatro della Pergola con il potenziamento della programmazione che partirà, con una anticipazione, da subito: domani Piefrancesco Favino proverà al Goldoni “Servo per due”, lo spettacolo che rappresenterà poi dal 4 novembre alla Pergola. Già prevista anche una programmazione speciale per i bambini nel periodo natalizio.
I giardini dell’Oltrarno
Sulle aree verdi del quartiere, entro il 24 novembre l’Amministrazione prenderà la decisione definitiva sul futuro dell’area Nidiaci valutando le varie ipotesi. Intanto partiranno da subito i lavori per la riqualificazione del giardino, del campo di calcetto e dei giochi per i bambini.
Per quanto riguarda il Giardino dell’Iris, sono già stati stanziati 150mila euro per il rifacimento completo con i nuovi camminamenti che inizieranno a gennaio 2015 e l’apertura dell’ingresso dalla parte delle Rampe. Previsto anche l’apertura continuativa del giardino per tutto l’anno, anche con attività specifica per le scuole.
Illuminiamo l’Oltrarno
Grande attenzione sarà dedicata al potenziamento dell’illuminazione pubblica anche a seguito della pedonalizzazione di piazza del Carmine. Sono già in programma interventi a cura di Silfi per il 2015 in via San Giovanni, via Camaldoli, via del Drago d’Oro, via del Leone, via dell’Ardiglione e Borgo La Stella. Sono invece direttamente legati alla pedonalizzazione gli interventi in via dei Serragli, piazza dei Nerli, piazza del Carmine, piazza Cestello, Santo Spirito, piazza del Tiratoio, San Niccolò (entro fine anno). Investimento totale pari a 300mila euro.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, Piano dell’Oltrarno dal 12 gennaio piazza del Carmine diventa pedonale Firenze, Piano dell’Oltrarno dal 12 gennaio piazza del Carmine diventa pedonale ultima modifica: 2014-10-29T02:47:49+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento