Policoro, l’amministrazione comunale su raccolta differenziata

Il sindaco di Policoro Rocco Leone fa sapere che è iniziata in città la distribuzione dei bidoncini da utilizzare per il nuovo servizio di raccolta differenziata che verrà avviato nelle prossime settimane, comunque previa comunicazione dell’amministrazione. Ad occuparsi della distribuzione sono i volontari dell’associazione PUZZLE. Il consigliere delegato all’Ambiente Giovanni Lippo continua lancia l’invito a tutti i cittadini di non aver paura ad accogliere i volontari e a non esitare a ritirare tutto il materiale necessario.

“ Bisogna ricordarsi che – sottolinea Lippo – l’unico modo per conferire i rifiuti e per abbassarne il costo di raccolta è attraverso gli appositi contenitori , dotati sia del manico antirandagismo e sia di microchip identificativo per ogni singola utenza, in modo da poter meglio controllare la qualità del materiale differenziato. Una raccolta differenziata efficiente è un dovere etico e morale che noi tutti come comunità abbiamo nei confronti del nostro ambiente, sempre più tartassato dai consumi del mondo moderno; e nei confronti delle generazioni future, perchè solo un progetto finalizzato al vero riciclo è la strada che si deve percorrere verso il futuro”.

Il nuovo progetto di raccolta differenziata – sottolinea l’amministrazione comunale – è stato pensato anche per soddisfare tutta una serie di esigenze per la città e dei rispettivi servizi opzionali. Tra questi la derattizzazione nelle scuole in programma per venerdì 31 ottobre. Infatti con apposita ordinanza sindacale tutte le scuole comunali della città rimarranno chiuse per quella data, per dare la possibilità agli addetti di poter svolgere il servizio di derattizzazione dei locali scolastici.

9 su 10 da parte di 34 recensori Policoro, l’amministrazione comunale su raccolta differenziata Policoro, l’amministrazione comunale su raccolta differenziata ultima modifica: 2014-10-28T02:26:36+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento