Paul Jackson, il basso di Herbie Hancock in trio all’Elegance

Nato a Oakland, in California nel 1947, Paul Jackson ha iniziato a suonare il basso all’età di nove anni. Considerato dai suoi insegnanti un prodigio musicale, si è esibito con la Oakland Symphony già all’età di quattordici anni. Paul Jackson è noto come il “Musicista dei musicisti”. Come membro fondatore degli Headhunters sotto la leadership di Herbie Hancock, Paul ha plasmato un suono che ha lanciato una nuova direzione nella musica contemporanea. L’unione solida tra Hancock e Jackson è stata particolarmente evidente nei numerosi tour internazionali che hanno fatto insieme. Nel 1979, Paul ha intrapreso una carriera solista con l’uscita del suo primo album a suo nome “Black Octopus” della Toshiba EMI Records. Le composizione di Jackson avevano già ottenuto varie Nomination ai Grammy Award nel 1974, 1975 e 1976, rispettivamente per i brani “Chameleon”, “Hang Up Your Hang-up” e “Spider”. Dal 1985, Paul si è trasferito in Giappone e ha continuato ad essere attivo in molti aspetti della scena musicale giapponese effettuando concerti dal vivo con artisti nazionali del calibro di Char, Tsutomu Yamashita e Sadao Watanabe. Ha inoltre composto e arrangiato la musica per film televisivi giapponesi. Nel 1998, la tanto attesa reunion degli Headunters si è materializzata con l’uscita del disco di “The Return of the Headhunters” a cui seguirà un tour con lo stesso Herbie Hancock. Nel 2003 ancora una album “Evolution Revolution” e un tour di grande successo con gli Headhunters. In esclusiva per l’Elegance Cafè presenterà in anteprima i brani del nuovo cd dal titolo “Groove Or Die” in uscita mondiale a novembre per Whirlwind Recordings.

Giovedì 6 novembre Ore 22.30 Elegance Café Via Vittorio Veneto 83/87 – Roma.

9 su 10 da parte di 34 recensori Paul Jackson, il basso di Herbie Hancock in trio all’Elegance Paul Jackson, il basso di Herbie Hancock in trio all’Elegance ultima modifica: 2014-10-24T09:28:57+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento