Parma, Impertinente. Il Festival delle figure animate

Torna anche quest’anno l’attesa rassegna dedicata a burattini, marionette e, in generale, al teatro d’animazione: s’intitola “Impertinente. Festival delle figure animate 2014” e intende ancora una volta coinvolgere la città con i suoi spettacoli sognanti e comici, avventurosi e malinconici, immaginifici, eclettici e ingegnosi, con uno sguardo al divertimento dei più piccoli e uno alla riflessione per i più grandi.

Il festival si svolgerà nelle quattro sedi del Castello dei Burattini – Museo Giordano Ferrari, del Teatro al Parco, della Chiesa di San Ludovico e della Pinacoteca Stuard da venerdì 17 a martedì 21 ottobre, con spettacoli di burattini, marionette, muppets, pupazzi, statuine, attori recitanti e una gamma vastissima di varianti tecniche e contenutistiche del teatro di figura.

“E’ importante – ha esordito l’assessore alla Cultura Laura Maria Ferraris – dare rilevanza ad un prezioso patrimonio della nostra tradizione quale è il teatro di figura. La formula di quest’anno è stata ripensata attraverso “l’impertinenza”, cercando ovvero di cogliere l’aspetto irriverente e sarcastico che, unitamente a quello dell’approfondimento culturale, tanto appartiene a questo mondo”.

“Si tratta di un festival di grande spessore culturale, con un cartellone ricco di bellissimi eventi – ha dichiarato Bruno Bossina, Direttore Generale di Banca Monte Parma – che abbiamo sostenuto con entusiasmo e convinzione perché rappresenta un’occasione importante di promozione della nostra città a livello nazionale e di valorizzazione di un’arte unica, come quella del teatro di figura, che merita di trovare maggiori opportunità di diffusione.”

Ha spiegato il programma del festival Alessandra Belledi del Teatro delle Briciole, sottolineando che “questo genere di teatro è molto diffuso in tutta Europa, riferendosi a fasce di pubblico molto diverse tra loro, toccando trasversalmente mondi paralleli e utilizzando un linguaggio che sfida quelli utilizzati normalmente in ambito teatrale”.

Il mattino sarà destinato a incontri d’approfondimento (uno solo sarà al pomeriggio), ai laboratori e agli spettacoli speciali per le scuole, mentre il pomeriggio sarà dedicato al teatro d’animazione per i più piccoli e le serate a spettacoli più complessi, per un pubblico di ragazzi e adulti.

Il festival intende infatti divertire e coinvolgere bambini di tutte le età, ma anche fornire spunti di riflessione e approfondimento sul teatro popolare di figura e sul rapporto tra figure d’animazione, spettacolo e società.

La rassegna è stata organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Castello dei Burattini-Museo Giordano Ferrari e dal Teatro delle Briciole, con la collaborazione della Compagnia Carlo Colla e Figli e del professor Luigi Allegri dell’Università di Parma e il supporto di Banca Monte.

Per tutta la durata della rassegna si terranno visite guidate al Castello dei Burattini a cura di Cesare Bertozzi e Paolo Parmiggiani.

Gli spettacoli al Teatro al Parco avranno un costo di 3 euro (quelli di lunedì 20 e martedì 21 6 euro), mentre quelli a San Ludovico e al Castello dei Burattini (compresa visita al museo) 2 euro. Stesso prezzo per il laboratorio d’animazione. Gli incontri saranno invece a ingresso libero.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento