Mazara del Vallo, incidente Tre Fratelli morto Vito Di Marco, dispersi i figli Daniele e Pietro

Tragedia del mare a 5 miglia dalla costa di Capo Feto a Mazara del Vallo. Un morto e due dispersi. Con altre due persone si trovavano a bordo del motopesca “Tre Fratelli”, imbarcazione di sei metri e mezzo di lunghezza iscritta al compartimento di Palermo. Mazaresi i cinque componenti dell’equipaggio. Tre appartengono ad uno stesso nucleo familiare, padre e due figli, Vito, Daniele e Pietro Di Marco. I due superstiti sono Baldo Giacalone, attualmente in prognosi riservata, e Giancarlo Esposito.

Il corpo recuperato è di Vito Di Marco e i dispersi sono i suoi due figli, Daniele e Pietro, poco più che ventenni. Il naufragio è avvenuto attorno a mezzanotte. I due superstiti sono stati tratti in salvo verso le 7.30 dal peschereccio “Antonella Rosa”.Sono stati portati in ospedale a Marsala dove sono ancora ricoverati.

L’imbarcazione, secondo il racconto da loro fatto ai militari della Guardia Costiera, si è capovolta ed è colata a picco mentre stavano tirando le reti che ad un certo punto sono rimaste impigliate sul fondale. I due tratti in salvo saliti su una zattera di salvataggio sganciatesi al momento dell’affondamento hanno riferito che per un paio di ore erano riusciti a restare in contatto con gli altri tre. Hanno continuato a chiamarsi a vicenda poi non hanno ascoltato più alcuna voce.

Le ricerche sono scattate non appena il peschereccio “Antonella Rosa” ha dato l’allarme. Coordinate dal comando capitanerie di porto di Palermo hanno visto impegnati mezzi navali ed aerei della Guardia Costiera, ma anche unità dei carabinieri e della Guardia di Finanza.

9 su 10 da parte di 34 recensori Mazara del Vallo, incidente Tre Fratelli morto Vito Di Marco, dispersi i figli Daniele e Pietro Mazara del Vallo, incidente Tre Fratelli morto Vito Di Marco, dispersi i figli Daniele e Pietro ultima modifica: 2014-09-23T17:33:18+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento