Ultrà, De Santis sparò dopo essere stato ferito

Lo scrivono i tecnici del Racis nominati dal Gip nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Ciro Esposito. “Si ritiene che De Santis, sopraffatto dagli aggressori, ferito e sanguinante, con le mani sporche del suo stesso sangue abbia impugnato l’arma ed esploso i quattro colpi ferendo i tifosi napoletani”.

Gli atti di oltre 600 pagine ricostruiscono le fasi culminate nella sparatoria e nel ferimento di tre tifosi azzurri da parte dell’ex ultrà romanista che è accusato dalla Procura di omicidio volontario.

Lascia un commento