Concorso Senise Storia nell’Acqua prorogati i termini

Si è conclusa con grande successo di adesioni e contatti la prima fase del Concorso di idee Senise Storia nell’acqua. L’iniziativa dell’Associazione culturale “Sinapsi”, con il patrocinio del Gal Cittadella del Sapere, Comune di Senise, Parco Nazionale del Pollino, Acquedotto Lucano, ruota intorno ad un monumento rurale – la “fontana di basso” di Senise – che ha necessità di urgenti lavori di restauro. Numerose le visite in loco e sul web e altrettanto numerose le richieste di proroga dei termini per la presentazione degli elaborati oggetto del concorso. L’organizzazione pertanto comunica che il termine ultimo per la presentazione degli elaborati è spostato al 25 settembre.

L’idea – evidenzia la presidente dell’Associazione Giusy Chiaradia – è finalizzata a promuovere il territorio e a valorizzare le aree sottoutilizzate, attraverso un’attenta analisi storico-antropologica e sociologica di aspetti ed ambiti delle comunità locali. Essa parte dal 2010 quando si è svolto uno studio sul ruolo che hanno avuto i monumenti rurali urbani più comuni (LE FONTANE, GLI ABBEVERATOI e i lavatoi) disseminati nel comune di Senise, quali custodi storici della vita sociale, economica e culturale del ‘900. Nel 2010 si scelse proprio la fontana raffigurata in contrada Rotalupo a Senise come anfiteatro naturale per uno dei convegni della manifestazione “Comunicamente Basilicata” Fiera dei comuni. L’acqua oltre che strumento fondamentale di civiltà e sviluppo – è l’obiettivo centrale ribadito dalla dott.ssa Francesca Perrone che ha curato le schede – può diventare risorsa di marketing territoriale e di attrazione in particolare a Senise.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento