Jesi, africano con il machete si barrica nella chiesa di San Pietro

117

L’uomo di colore sulla trentina è stato arrestato da Carabinieri e Polizia dopo momenti di grande tensione in centro. Esplosi anche quattro-cinque colpi che avrebbero ferito di striscio l’uomo al braccio. L’africano si sarebbe impadronito di due coltelli, dopo avere sfondato la vetrina di un’armeria nella galleria commerciale del Torrione a ridosso della mura storiche di Jesi nel quartiere di Porta Valle. Le forze di Polizia lo hanno raggiunto nei pressi del Torrione di Mezzogiorno, ma l’uomo è riuscito a fuggire per poi barricarsi nella chiesa di San Pietro da dove poi è uscito prima di essere fermato.