Marroni inaugura le Case della salute di Aulla e Villafranca e il Dipartimento Prevenzione di Licciana

“Un segnale importante per la sanità e i servizi socio-sanitari della Lunigiana, frutto di un intenso lavoro tra Asl e Comuni che ha portato all’integrazione dei servizi presenti sul territorio, garantendo un percorso migliore di accesso ai cittadini”. Lo ha detto Luigi Marroni, assessore al diritto alla salute della Regione Toscana, intervenendo oggi all’inaugurazione delle Case della salute di Aulla e Villafranca in Lunigiana e della nuova sede del Dipartimento della Prevenzione a Monti di Licciana Nardi, dove sono stati raccolti vari uffici del territorio nell’ottica dell’efficienza e del miglioramento del servizio.
Il nuovo modello organizzativo dei medici di medicina generale con le aggregazioni funzionali territoriali e le Case della salute avviato negli ultimi due anni dalla Regione ha portato finora all’apertura di circa sessanta Case della salute in Toscana, ma la previsione è quella di portarne a compimento altre sessanta.
“Un modello all’avanguardia – ha aggiunto Marroni – che la Toscana, per prima, ha attuato in Italia. Per quanto riguarda l’inaugurazione di oggi un ringraziamento particolare va alla direzione e ai dipendenti dell’Azienda Usl 11 e agli amministratori locali. Una dimostrazione di competenza e di voglia di reagire a un periodo difficile”.
La Casa della Salute di Aulla
Si sviluppa su una superficie di 908 mq, ben 38 vani,  e serve un bacino di utenza di circa 21.000 abitanti. Numerosi gli ambulatori specialistici (geriatria, cardiologia, ginecologia, pediatria, ortopedia, pneumologia, allergologia, medicina dello sport, neurologia, reumatologia, odontoiatria, otorinolaringoiatria, fisiatria) e per settembre è prevista l’apertura delle attività di oculistica, dermatologia e nefrologia.
Le novità apportate dalla nuova organizzazione prevedono ben 42 ore settimanali di presenza degli ambulatori dei medici di medicina generale che fanno parte della cooperativa medica Lunigiana all’interno della struttura, oltre alla presenza del servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica) nell’orario notturno e festivo (106 settimanali di apertura).
Dal primo di luglio è inoltre stato attivato un modulo per i malati cronici soggetti a diabete e scompenso cardiaco.
La Casa della Salute di Villafranca
Disposta su una superficie di 635 mq (22 vani), serve un bacino di utenza nella fascia diurna di circa 9.500 abitanti e in quella notturna e festiva di circa 20.000 abitanti. Gli ambulatori dei medici di medicina generale presenti nella struttura prevedono 42 ore di apertura settimanale, mentre la continuità assistenziale è garantita per 106 settimanli.
Anche a Villafranca sono numerosi gli ambulatori specialistici presenti, ed è stato attivato il modulo per i malati cronici affetti da diabete e scompenso cardiaco.
Dipartimento della Prevenzione di Monti di Licciana
E’ ospitato in un edificio storico che accoglieva bambini malati. Con l’apertura della nuova sede è stato possibile riunire in un’unica struttura, a vantaggio dell’integrazione tra le funzioni esercitate dal Dipartimento e dell’utenza fruitrice dei servizi erogati, le unità funzionali che riguardano la sicurezza sul lavoro, l’igiene pubblica e nutrizione, la sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare.
9 su 10 da parte di 34 recensori Marroni inaugura le Case della salute di Aulla e Villafranca e il Dipartimento Prevenzione di Licciana Marroni inaugura le Case della salute di Aulla e Villafranca e il Dipartimento Prevenzione di Licciana ultima modifica: 2014-08-01T20:15:26+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento