Arrivano i totem multimediali. L’accoglienza turistica a Pisa diventa smart

Conto alla rovescia per “l’accensione” dei Percorsi Turistici, 1,7 milioni di euro d’investimento: sabato 26 luglio entreranno in funzione gli otto totem nel centro storico, il 2 agosto  quello di Tirrenia e il 7 agosto il punto informativo di Piazza del Duomo

Gli altri otto andranno al loro posto nell’arco di poco più di una settimana:due, entrambi bifacciali, saranno collocati in Piazza della Stazione e uno, sempre dello stesso tipo, in Piazza Vittorio Emanuele II. Quelli monofacciali, invece, oltrechè in Piazza Cavallotti, andranno in Corso Italia, Largo Ciro Menotti, via Dini, al punto informativo del parcheggio turistisco di via Pietrasantina e nella Piazza Belvedere di Tirrenia. Sono  nove totem multimediali, grandi schermi interattivi e touch screen posizionati alle principali porte d’accesso delle città e lungo i percorsi maggiormente frequentati dai visitatori, dove si potranno trovare informazioni aggiornate sull’accoglienza, i servizi, le emergenze storico-artistiche e gli eventi in corso o in programma in città.  Saranno accesi tutti insieme sabato 26 luglio, eccezion fatta per quello di Tirrenia che, invece entrerà in  funzione il 2 agosto, giorno stabilito per lo “switch on” dei “Percorsi turistici”, un investimento da 1,7 milioni di euro(978mila provenienti da finanziamenti Piuss e 717mila dall’amministrazione comunale) «per dotare la città di un sistema d’informazione e accompagnamento dei visitatori all’altezza delle principali capitali europee, moderno, interattivo, connesso e costantemente aggiornato, all’altezza di una città, come la nostra, che è una delle capitali italiani dell’innovazione, con particolare riferimento proprio al settore dell’hi tech, e che ogni anno attrae milioni di visitatori grazie alla bellezza e capacità attrattiva delle sue emergenze storico artistiche» come ha spiegato questa mattina (giovedi 17 luglio) il sindaco di Pisa Marco Filippeschi aprendo la conferenza stampa di presentazione a cui sono intervenuti anche il Vicesindaco con delega al turismo Paolo Ghezzi, l’archittetto Fabio Daole, responsabile del progetto per conto dell’amministrazione comunale e l’ingegner Paolo Alongi, in rappresentanza dell’Associazione d’impresa che si è aggiudicata la gara per la realizzazione del progetto e per la sua gestione composta dalle aziendeSpace di Prato, Inera di Pisa, Telnet System di Lucca e Jacini di Firenze. «Il lavoro di questo ultimo anno sul settore turistico – ha aggiunto Ghezzi – è stato intenso e porta oggi, tra l’altro, a compimento un progetto iniziato alcuni anni fa e che in questi ultimi mesi è stato ottimizzato ed integrato. Serve un cambio di passo nel settore turistico e l’avvio di questa nuova interfaccia con il visitatore può costituire un punto di partenza capace di dare impulso a tutti i soggetti coinvolti. Mi aspetto molto dalla futura gestione complessiva di questo progetto e sono orgoglioso di aver creato, in questi ultimi mesi ed in stretta collaborazione con l’Azienda Ospedaliera, le condizioni per l’apertura di un punto informativo al Duomo che va ad integrare il progetto Piuss ma finisce per costituirne l’anima portante e forse più visibile. Servono ora – conclude Ghezzi – competenze professionali in grado di accompagnare il salto di qualità nel settore turistico ed una maggiore capacità di acquisire dati ed agire di conseguenza».

L’installazione dei totem, infatti, è il penultimo passo, nonché quello dalla visibilità maggiore, di un progetto che in realtà, sia pure in sordina, ha cominciato a far sentire i suoi effetti in città già da qualche mese e che si è snodato lungo un percorso che ha previsto diverse fasi: prima l’ideazione del nome e del marchio che renderà riconoscibili tutti i punti d’informazione e accoglienza turistica  che, da ora in poi, saranno caratterizzati dalla scritta “Walking in the city”, accompagnati da un omino stilizzato in giallo che passeggia verso il centro della città, lasciandosi alle spalle la Torre pendente. Quindi, soprattutto, la progettazione di otto diversi itinerari turistici per visitare Pisa, fra loro intersecati e ognuno dei quali caratterizzato da un diverso colore: il più classico è il rosso che collega la Stazione a Piazza del Duomo. Poi ci sono quelli dedicati ai quartieri storici del centro: il granata per San Martino, il verde per Sant’Antonio, il blu per Santa Maria Ovest e il celeste chiaro per Santa Maria est, mentre il percorso di San Francesco Nord è caratterizzato dal giallo acceso e  quello di San Francesco Sud dal giallo pallido. Il colore rosa, infine, contraddistingue il percorso dedicati ai lungarni. Tutti e otto rappresentati in una apposita mappa che sarà possibile ritirare in tutti i punti informativi lungo cui sono stati censiti 112 monumenti e siti d’interesse storico artistico, ciascuno dei quali contrassegnato da una nuova segnaletica turistica multilingue riscritta per l’occasione, già installata, e dotato di “Rfid” in modo da poter scaricare e leggere direttamente sul proprio smart phone le informazioni. Non solo, son state posizione anche 147 nuove targhe della toponomastica e, per rendere pienamente fruibili gli otto percorsi anche ai diversamente abili, effettuati interventi di abbattimento delle barriere architettoniche che hanno interessato una superficie complessiva di circa sessanta metri quadrati. Ancora, per consentire ai nove totem multimediali e anche ai 20 punti di accesso wi-fi gratuiti ad internet collocati lungo i percorsi di funzionare perfettamente sono stati stesi pure 1400 metri di fibra ottica.

L’ultima tessera, dopo lo “switch on” del 26 luglio e l’attivazione del totem di Tirrenia del 2 agosto, sarà l’inaugurazione del nuovo punto informativo turistico di Piazza del Duomo, in programma giovedi 7 agosto, attrezzato con quattro schermi multimediali e 1 vetrata con retroproiezione, dove ci sarà sempre personale a disposizione dei turisti e in cui sarà possibile ritirare tutto il materiale informativo (guide, brochure, mappe, magazine informativi, etc). Anche se un’appendice importante, però, ci sarà a settembre, quando altri due schermi multimediali saranno posizionati di fronte al nuovo negozio Ikea dei Navicelli. La gestione del progetto, come detto, per i primi tre anni è affidata alla stessa Associazione d’impresa che lo ha realizzato, composta da  Space di Prato, Inera di Pisa, Telnet Systema di Lucca e Jacini di Firenze.

Nuovo arredo urbano in piazza della Stazione

L’attuale piazza della stazione ferroviaria è un luogo senza un’identità urbana che la caratterizzi, sotto il profilo urbanistico ricade nel vincolo ferroviario, con la vocazione di passaggio frettoloso delle persone, a differenza di altri spazi urbani dove la sosta e il “delizioso passeggio” sono caratteristiche peculiari. Il progetto “PIUSS Percorsi Turistici” rende concreto il sistema multimediale digitale delle informazioni turistiche, storiche e commerciali della città contemporanea, dal piano di comunicazione coordinata al nuovo brand “Walking in the City” che accompagna i turisti per la città identificando i percorsi. Nel centro della piazza saranno installati due totem multimediali bifacciali e l’intera area è già  coperta dal servizio Wi-Fi, con lo scopo di connettere e far interagire, con il portale del turismo, gli utenti e i turisti che approdano in città attraverso la linea ferroviaria e aerea. La piazza diventa un luogo di sosta breve ma importante ed il nuovo sistema digitale presenta la città agli utenti; pertanto si è reso necessario dotare l’area di arredi che possano assolvere la funzione di sosta attrezzata dove potersi sedere e utilizzare i tavoli presenti sia singolarmente che in piccoli gruppi. Il nuovo “brand” del progetto si deve distinguere anche per il design dei nuovi  arredi che lo completano, da questo luogo si sviluppano i percorsi turistici ed il sistema digitale della città, pertanto, il richiamo ai caratteri fondanti della città di Pisa, devono emergere chiaramente e divenire il “concept” del design degli arredi. Il “brand” del progetto utilizza l’uomo di Keith Haring che passeggia nella città, chiaro riferimento al murales “Tuttomondo” poco distante dalla piazza, un’opera straordinaria della cultura pop americana che rappresenta le persone del mondo che si connettono con i media, si contaminano tra loro in un universo di pace e armonia; il tutto bordato di nero per contenere i colori ispirati dai lungarni pisani, dal giallo ocra all’azzurro. I nuovi arredi si pongono quale collegamento tra i segni e simboli della città storica e della città contemporanea; dal richiamo alla serie numerica di Leonardo Pisano detto Fibonacci, ai colori della bandiera di Pisa il bianco e il rosso, all’utilizzo dell’alzato inclinato chiaro riferimento alla Torre Pendente di Piazza dei Miracoli, fino al murales “Tuttomondo”. Lo sviluppo degli arredi si articola con il ritmo della serie di Fibonacci, che corrisponde alla sezione aurea ovvero la divina proporzione tipica dell’arte e architettura fino alla prima rivoluzione industriale, e le tre panchine che chiudono lo spazio intorno ai totem sono state realizzate con ilcolore azzurro quale colore dell’acqua con un chiaro riferimento al fiume e al mare, pertanto alla Pisa antica Repubblica Marinara.

9 su 10 da parte di 34 recensori Arrivano i totem multimediali. L’accoglienza turistica a Pisa diventa smart Arrivano i totem multimediali. L’accoglienza turistica a Pisa diventa smart ultima modifica: 2014-07-18T07:43:11+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento