Matera, da oggi sei nuovi primari alla Asm

Ci sono 6 nuovi primari alla Asm, oggi la firma dei contratti con il Direttore Maglietta. E’ sottolineato in una nota dell’ufficio stampa dell’azienda sanitaria di Matera.

Questa mattina hanno sottoscritto il contratto individuale di lavoro dinanzi al Direttore Generale Maglietta sei primari ospedalieri ed il responsabile del Provveditorato (si vedano le brevi schede curriculari in calce). Si tratta dei direttori medici di struttura complessa: Medicina Interna – P.O. Matera il dott. Nello Buccianti; Malattie dell’Apparato Respiratorio-P.O. Matera il dott. Elio Costantino; Cardiologia e Utic- P.O. Matera il dott. Giacinto Calculli, Nefrologia- P.O. Matera il dott. Francesco Casino; Ostetricia e Ginecologia- P.O. Policoro il dott. Tommaso Riccardi; Anestesia e Rianimazione -P.O. Policoro il dott. Francesco Dimona e del direttore della U.O. Economato e Provveditorato Asm, dott. Davide Falasca.

Due dei nuovi direttori di struttura complessa sono esterni, precisamente Buccianti e Costantino.

“Queste nomine -ha commentato il Direttore Generale Rocco Maglietta- giungono a completamento di un vasto progetto di potenziamento della governance ospedaliera e delle strutture amministrative, avviato dal 2012 ed ancora in fieri. L’Azienda –ha aggiunto- sta lavorando sul doppio binario del rafforzamento degli organici e dell’ammodernamento tecnologico e strumentale, nella precisa convinzione che precondizione per una buona sanità sia la scelta delle migliori professionalità presenti sul mercato. Tutti i direttori medici di struttura –ha concluso Maglietta- sono stati scelti da commissioni terze, nel rispetto di rigorosi criteri oggettivi che hanno premiato esperienza, merito, capacità professionali e gestionali”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Matera, da oggi sei nuovi primari alla Asm Matera, da oggi sei nuovi primari alla Asm ultima modifica: 2014-06-30T17:23:12+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Lascia un commento