Torre Annunziata, uccisi in un agguato i fratelli Roberto e Giovanni Scognamiglio

Assassinati due fratelli napoletani, entrambi pregiudicati, poco prima della mezzanotte di venerdì in un agguato scattato nel seminterrato della villetta di proprietà di uno dei due.

Le vittime sono Roberto e Giovanni Scognamiglio, rispettivamente di 26 e 42 anni. Sono stati raggiunti da una pioggia di fuoco. Ignoti  sono entrati in casa e hanno sparato.

Roberto è deceduto sul colpo, il fratello in ospedale. La Polizia scientifica ha trovato decine di bossoli, ogive, frammenti di proiettili e anche una pistola calibro 9 Luger con ancora 10 cartucce nel caricatore e il colpo in canna.

I due fratelli erano di Torre Annunziata. Il più piccolo aveva precedenti per usura e droga; Giovanni per usura, furto e armi. Gli investigatori del Commissariato della Polizia di Stato di Torre Annunziata non escludono alcuna ipotesi anche se sembra prevalere quella dell’omicidio maturato a causa delle attività usuraie dei due fratelli.

Lascia un commento