Barcellona Pozzo di Gotto, si è suicidato il sottufficiale Antonio Caltagirone

Gesto estremo per il militare dell’Esercito di 38 anni di stanza a Viterbo. Il messinese ha fissato due cavi elettrici al corpo attraverso la cintura, poi li ha collegati alla presa di corrente. Si è tolto così la vita Antonio Caltagirone.

Originario di Barcellona Pozzo di Gotto, Antonio Caltagirone viveva da tempo a La Botte, frazione di Vetralla. A trovarlo sono stati i Carabinieri della stazione locale.

Non si conoscono ancora i motivi del gesto, su cui stanno cercando di fare luce i militari, che hanno avvertito i parenti. Finora non sono stati trovati biglietti a motivare il suicidio. L’uomo aveva da poco interrotto la relazione con la moglie. Era stato anche in missione in Afghanistan nel 2009. Antonio Caltagirone lascia due figli piccoli.

Lascia un commento