Per il Pd di Renzi più 15%, per Berlusconi la metà dei voti

Un’Italia diversa rispetto a quella delle precedenti europee del 2009. Il Pd cresce del 14,8% e passa dal 26,1% al 40,9%. Nel 2009 il PdL ottenne il 35,2% dei voti, l’Udc il 6,5%, La Destra il 2,2%.

Ora Fi, Ncd, Udc, Fdi insieme hanno appena il 24,7%. L’Idv crolla dall’8% del 2009 allo 0,65%. La lista Tsipras è al 4%, ma nel 2009 le due liste di Rifondazione e Sel ebbero complessivamente il 6,5% dei voti. La Lega scende dal 10,2% del 2009 al 6,2% odierno.

9 su 10 da parte di 34 recensori Per il Pd di Renzi più 15%, per Berlusconi la metà dei voti Per il Pd di Renzi più 15%, per Berlusconi la metà dei voti ultima modifica: 2014-05-26T08:16:55+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento