Padova, scoperti laboratori cinesi clandestini

La Guardia di finanza di Padova ha concluso un’operazione di servizio nel settore del lavoro nero che ha portato all’individuazione di quattro laboratori gestiti da cinesi, utilizzati per la produzione ed anche come dormitori. I finanzieri hanno identificato 38 persone e denunciato a piede libero quatto imprenditori cinesi, per violazioni alla normativa sulle condizioni degli ambienti di lavoro. Tutti i laboratori erano divisi in due zone: una adibita ad area produttiva, senza peraltro rispettare le più elementari norme in materia di sicurezza, un’altra a dormitorio, dove erano stati ricavati dei ‘loculi’ in cartongesso o con tavole di legno. Per poter accedere ai laboratori, i finanzieri hanno dovuto aggirare l’ingresso principale, nonché bloccare gli accessi secondari, in quanto i proprietari si erano dotati di un sofisticato sistema di videosorveglianza e avevano anche predisposto delle vie di fuga.

Lascia un commento