Garanzia Giovani, via libera a firma convenzione Regione Basilicata-Ministero

Approvata dalla Giunta Regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche di Sviluppo, la convenzione tra la Regione e il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per dare il via in Basilicata a “Garanzia Giovani”. La firma dell’accordo, in cui saranno dettagliati gli interventi e la ripartizione delle risorse finanziarie delle diverse misure, è prevista nei prossimi giorni subito dopo gli incontri con il partenariato economico sociale con cui la Regione condividerà le strategie e le azioni.

Garanzia Giovani è un’iniziativa per l’occupazione messa in atto dall’Unione europea e definita in un unico Programma operativo nazionale, che vede le Regioni come organismi intermedi. Alla Basilicata sono stati assegnati 17.207.780 euro per garantire servizi di orientamento, formazione e accompagnamento al lavoro, entro quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema di istruzione, ai giovani dai 15 ai 29 anni che hanno smesso di studiare, non lavorano e non seguono corsi di formazione.

In Basilicata si prevede che il Programma nella fase iniziale possa attivare un circuito virtuoso che consenta l’accesso a diverse opportunità finalizzate all’inserimento nel mondo lavorativo e che costituisce solo il primo tassello della prossima programmazione regionale 2014-2020 del Fondo Sociale Europeo.

Subito dopo la stipula della convenzione il governo regionale approverà il Piano esecutivo che contiene le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata.

Nel frattempo la Regione ha assicurato dal 1 maggio ai giovani lucani la possibilità di aderire a “Garanzia Giovani” cliccando sul portale ministeriale (www.garanziagiovani.gov.it) oppure sull’indirizzo web www.cliclavoro.lavoro.basilicata.it.

9 su 10 da parte di 34 recensori Garanzia Giovani, via libera a firma convenzione Regione Basilicata-Ministero Garanzia Giovani, via libera a firma convenzione Regione Basilicata-Ministero ultima modifica: 2014-05-08T00:05:31+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento