Orti abusivi lungo il Talvera, l’assessore Schuler cerca una soluzione

Da circa 30 anni, gruppi di pensionati bolzanini curano i propri orti lungo entrambe le sponde del fiume Talvera, nella zona a nord del ponte di Sant’Antonio. Il problema? Il tutto viene portato avanti senza autorizzazioni, e per cercare una soluzione l’assessore provinciale Arnold Schuler ha incontrato gli stessi coltivatori.

“L’amministrazione – sottolinea Schuler – non può accettare una situazione di questo tipo, visto che non vengono rispettate le norme urbanistiche, si edificano strutture senza autorizzazione, e non si tengono nella dovuta considerazione gli aspetti legati alla sicurezza”. Gli orti situati nella zona alluvionale del fiume Talvera, all’altezza del parcheggio di Castel Roncolo, hanno già spinto il sindaco del Comune di Renon ad avanzare una richiesta di chiarimenti, e in tal senso Schuler ha deciso di muoversi in maniera ufficiale.

L’assessore provinciale, infatti, ha messo attorno ad un tavolo il direttore di Dipartimento Klaus Unterweger, il direttore della Ripartizione opere idrauliche Rudolf Pollinger, la direttrice dell’ufficio demanio idrico Adriana Borgogno e gli stessi coltivatori. “L’obiettivo – commenta Arnold Schuler – è innanzitutto quello di risanare, bonificare e mettere in sicurezza l’area, per poi mettere a disposizione i terreni. Naturalmente l’amministrazione pubblica non può trattare singolarmente con tutti gli interessati, i quali dovranno riunirsi in un’associazione o in un consorzio”.

 

9 su 10 da parte di 34 recensori Orti abusivi lungo il Talvera, l’assessore Schuler cerca una soluzione Orti abusivi lungo il Talvera, l’assessore Schuler cerca una soluzione ultima modifica: 2014-05-05T09:08:27+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento