Approvata l’acquisizione della miniera di Cogne da parte del Comune

L’Assessorato del territorio e ambiente informa che nella seduta di oggi, venerdì 2 maggio, la Giunta regionale ha approvato lo schema di accordo tra il Comune di Cogne, la Fintecna SpA, la Fintecna Immobiliare srl e la Regione autonoma Valle d’Aosta per il trasferimento della proprietà dei beni situati all’interno del compendio minerario di Cogne al Comune di Cogne. L’amministrazione comunale si è infatti dichiarata interessata ad acquisire le aree e i fabbricati del complesso, precedentemente oggetto di concessione mineraria, al fine di adibirle all’esercizio di attività socio-culturali, e disponibile, a tal fine, a farsi carico degli oneri in capo a Fintecna, conseguenti alla rinuncia alla concessione mineraria e alla contestuale rimozione del vincolo minerario.

L’Assessore al territorio e ambiente ribadisce l’interesse della Regione alla valorizzazione del sito minerario di Cogne da parte del relativo Comune, tenuto conto dell’importanza che potrà rivestire quale complemento dell’offerta turistica del territorio, ed evidenzia come l’approvazione dello schema di accordo dia anche seguito all’approvazione, da parte del Consiglio regionale nella seduta del 29 gennaio 2014, della mozione che impegnava il Governo regionale, in particolare, ad attivarsi per far acquisire la proprietà dell’intero bacino minerario al Comune di Cogne, quale restituzione e riconoscimento di un patrimonio storico e culturale di evidente importanza anche a livello nazionale e internazionale.

Lascia un commento