Scuola Rossi, riconsegnato il giardino

L’intervento di recupero del giardino porta a compimento un importante lavoro di ristrutturazione di tutta la scuola Rossi, entrata a far parte delle scuole comunali dal 1984: dalle strutture portanti, ai soffitti, al tetto, aule e sale interne, cucina, bagni, serramenti e pavimenti, per un investimento complessivo di circa 450.000 Euro. Oggi il giardino della scuola dell’Infanzia Comunale “Antonio Rossi” di Via Monte Frassenelle 1, è riconsegnato a bambini e genitori dopo gli interventi di manutenzione straordinaria della pavimentazione, dei viali e della rete di scarico delle acque meteoriche.

La scuola dell’infanzia Antonio Rossi è un edificio scolastico contemporaneo realizzato negli anni sessanta, che si trova nel Quartiere 6 Ovest.
Interventi di manutenzione straordinaria: pulizia canali di gronda e realizzazione di bocchettoni troppo pieno; svuotamento sabbiera per gioco bambini e smaltimento di inerti di scavo; riempimento vasca sabbiera con stabilizzato battuto e livellato e finitura con pavimento per area gioco bambini antitrauma, a base di gomma truciolare e strato superficiale colorato, formato da granuli EPDM e legante poliuretano, steso in opera con staggia e lisciato a spatola metallica; eliminazione di ostacoli fissi pericolosi in giardino, quali tronchi d’albero tagliati in precedenza, pavimentazioni sconnesse, chiusini e caditoie emergenti dal piano di posa; realizzazione di nuove pavimentazioni in calcestruzzo lavato e in masselli di calcestruzzo autobloccanti; stesura di ghiaia; realizzazione di parto erboso. Importo dei lavori 24.034 Euro.

Si ringraziano la Fondazione Cariparo Veneto, per il contributo offerto che ha reso possibile la realizzazione dei lavori, e i Settori del Comune che hanno avuto parte in questo progetto di sistemazione del giardino.

9 su 10 da parte di 34 recensori Scuola Rossi, riconsegnato il giardino Scuola Rossi, riconsegnato il giardino ultima modifica: 2014-04-25T01:32:25+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento