Sotto accusa capitano ed equipaggio del traghetto Sewol

 Le azioni dl personale della nave, affondata mercoledì al largo delle coste meridionali della Corea del Sud, sono “equivalenti all’omicidio”. Duro il giudizio della presidente Park Geun-hye. “Gli atti di capitano e alcuni membri dell’equipaggio sono del tutto incomprensibili e inaccettabili, equivalgono all’omicidio”.

Intanto la Procura sudcoreana sta verificando le ipotesi di eventuali responsabilità penali della Chonghaejin Marine, l’operatore del traghetto. Nel mirino proprietari e dirigenti della società, cui è stato vietato di lasciare il Paese, a causa dello scadente addestramento dell’equipaggio di fronte a situazioni di emergenza.

Lascia un commento