ShMILE2, l’ambiente al centro dello sviluppo turistico nel Mediterraneo

Conferenza finale di ShMILE 2, progetto di cooperazione transfrontaliera finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma ENPI CBC Bacino del Mediterraneo. All’incontro, che è stato ospitato nella Sala Conferenze della Camera di Commercio di Cagliari, hanno partecipato due Assessori della Regione Autonoma della Sardegna: Donatella Spano, per la Difesa dell’Ambiente e Francesco Morandi, per il Turismo. Tra gli altri, hanno contribuito al dibattito Anna Catte, Direttore dell’Autorità di gestione del Programma ENPI CBC Med e Alessio Satta, Direttore della Conservatoria delle coste della Sardegna, che ha partecipato al progetto in qualità di partner insieme al Centro Servizi della Camera di Commercio di Cagliari. Ha partecipato inoltre Rémy-Antoine Conti in rappresentanza della Camera di Commercio di Nizza, capofila del progetto ShMILE 2.

ShMILE 2 mira a ridurre l’impatto ambientale delle strutture ricettive in Francia, Grecia, Giordania, Tunisia, Egitto e Italia, attraverso l’adozione di sistemi di certificazione, come l’Ecolabel europeo. Una visione innovativa del turismo che coniuga lo sviluppo del settore con un uso sostenibile delle risorse naturali.

In due anni di lavoro il progetto ha accompagnato oltre 60 strutture alberghiere in un percorso di sensibilizzazione e formazione per un’attenta gestione dell’acqua, dell’energia e dei rifiuti, con una forte componente di educazione rivolta ai clienti.
In Sardegna, su 30 imprese turistiche supportate dal progetto sono 5 le strutture ricettive che presto otterranno l’Ecolabel. Altre 20 strutture si aggiungeranno nei prossimi mesi grazie ad un ulteriore contributo dell’Assessorato regionale per il Turismo.
Nel corso della conferenza sono state premiate le strutture ricettive sarde che hanno presentato la domanda per l’ottenimento dell’Ecolabel.
ShMILE 2 ha un budget complessivo di circa 2 milioni di euro con un contributo comunitario pari al 90%.

ShMILE 2 è uno dei 95 progetti finanziati dal Programma ENPI CBC Med 2007-2013, che sotto la guida della Regione Autonoma della Sardegna in qualità di Autorità di Gestione, ha l’obiettivo di promuovere un processo di cooperazione armonioso e sostenibile nel Mediterraneo, affrontando le sfide comuni e valorizzando il potenziale endogeno dell’area. Si tratta di un’iniziativa di cooperazione transfrontaliera multilaterale finanziata dallo Strumento Europeo di Vicinato e Partenariato (ENPI) che coinvolge 14 Paesi: Cipro, Egitto, Francia, Giordania, Grecia, Israele, Italia, Libano, Malta, Palestina, Portogallo, Spagna, Siria (partecipazione attualmente sospesa) e Tunisia.
Per il periodo 2014-2020 i Paesi hanno confermato la Regione Autonoma della Sardegna come Autorità di gestione del nuovo Programma.

9 su 10 da parte di 34 recensori ShMILE2, l’ambiente al centro dello sviluppo turistico nel Mediterraneo ShMILE2, l’ambiente al centro dello sviluppo turistico nel Mediterraneo ultima modifica: 2014-04-20T02:00:39+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento