Les Mots. Festival della parola in Valle d’Aosta

 L’Assessorato dell’istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che sarà inaugurato, giovedì 17 aprile prossimo, alle ore 17.00, in Piazza Chanoux ad Aosta, la quinta edizione del Festival della parola in Valle d’Aosta: LES MOTS.

Ad aprire il festival, a partire dalle ore 17.00, l’autore Antonio Scurati racconta il suo libro Il padre infedele (Bompiani), il regista e scrittore Giorgio Pressburger con il suo libro Storia umana e inumana (Bompiani) e il moderatore del Festival Arnaldo Colasanti dialogheranno sul tema cardine di questa edizione: la Rinascita. A seguire, la programmazione della giornata che vede una serie di eventi sino alle 23.00.

L’Assessore all’istruzione e cultura spiega che prosegue il viaggio del Festival della parola in Valle d’Aosta impreziosito, da quest’anno, da momenti di approfondimento degli aspetti linguistici e dal nome LES MOTS. Per diciotto giorni il cuore di Aosta viene animato da una ‘grande libreria’ e da un ricco programma di incontri alla presenza di importanti ospiti del mondo della letteratura, del giornalismo, dell’arte, del cinema, della storia e della musica.

Il Festival, alla sua quinta edizione, propone un ampio programma, con oltre 117 eventi, che prevede, al mattino, appuntamenti per le scuole e attività per bambini e famiglie, nel pomeriggio, gli spettacoli e i film organizzati nell’ambito della Saison Culturelle e gli incontri con gli autori. A seguire gli autori locali abbinati a degustazioni di vini negli Assaggi letterari, arricchiti da Un mot pe dzor, un viaggio nel ricchissimo patrimonio lessicale del francoprovenzale e Les mots dévoilés, letture di autori valdostani del passato. In serata il programma prevede concerti musicali, letture e spettacoli tra i quali Ti dico un libro, quattro serate dedicate alla teatralizzazione di importanti classici della letteratura seguite da un dibattito di riflessione col pubblico.

Dopo la prima edizione dedicata all’esilio, la seconda al coraggio, la terza alla libertà e la quarta alla tentazione, sarà la Rinascita il tema scelto per l’edizione 2014. Rinascita da intendere come esperienza individuale ma anche dichiaratamente sociale di reazione alle difficoltà e alle crisi dell’esistenza. La Rinascita come occasione per riflettere sul senso delle cose.

Protagonisti, tra i più conosciuti ed amati dal pubblico, di questa edizione saranno, fra gli altri, Antonio Scurati, Giorgio Pressburger, Antonio Manzini, Andrea Delogu, Andrea Cerola, Giuseppe Catozzella, Andrea Vitali, Gianni Valente, Alessandra Ferraro, Michele e Nicola Neri, Giuseppe Lupo, Sara Tessa, Candida Livatino, Lucia Rizzi, Francesco Degl’Innocenti, Corrado Formigli, Marco Montemarano, Mario Giordano, Virginia Bramati, Luca Scarlini, Cristina De Stefano, Fernanda Flamigni, Tiziano Storai, Piergiorgio Odifreddi, Paolo Maria Noseda, Silvio Garattini, Sandra Petrignani, Emanuele Trevi, Luca Corsolini, Giusy Versace, Marco Steiner, Tonina Pantani, Francesco Ceniti, Tony Wheeler, Marco Voleri, Francesca Del Rosso, Alessandro Barbero, Cinzia Leone, Paolo Brosio, Umberto Broccoli, Simona Sparaco, Paolo Jannacci.

Per quanto riguarda gli Assaggi letterari, curati da Stefania Tagliaferri, saranno presentate pubblicazioni di autori valdostani quali Giorgio Macchiavello, Enea Fiorentini, Evelyne Parouty, Ezio Gerbore, Amos Cartabia, Luciano Mareliati, Albino Impérial, Valter Sandri, Laura Costa Damarco, Valdo Azzoni, Remigio Roverso, Teresa Charles, Orfeo Cout, Corrado Margutti, Jole Trèves e Federico Gregotti. Agli incontri verranno abbinate degustazioni di vini a cura di Vival-Associazione Viticoltori Valle d’Aosta e dell’Associazione Italiana Sommeliers Valle d’Aosta.

Il Festival si svolge nella piazza Chanoux del capoluogo dove si tengono gli incontri con gli autori, gli eventi principali e la grande libreria temporanea aperta tutto il giorno. Sarà possibile, naturalmente, acquistare i libri, che saranno presentati con percorsi tematici e monografici, in sintonia con la vocazione, il programma e il tema del festival. La libreria resta aperta tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 23.00 ed è curata dalle librerie di Aosta che hanno aderito al progetto.

L’Assessore asserisce, inoltre, che la rassegna si presenta come un ampio e differenziato calendario di eventi dove il dibattito sui grandi temi della società contemporanea si affianca alla valorizzazione dell’identità valdostana. In particolare, quest’anno, viene proposto il tema della Resistenza in quanto 70° anniversario della Resistenza, della Liberazione e dell’Autonomia, particolarmente significativo per la memoria storica, locale ed europea.

Per l’occasione, il Festival propone la presentazione di alcune pubblicazioni, la proiezione del documentario In nome della libertà. Voci della Resistenza (realizzato dall’Associazione Solal in collaborazione con A.N.P.I. Valle d’Aosta e Presidenza della Regione) con interviste di alcuni protagonisti della lotta di Liberazione nella nostra Regione, oltre ad una esposizione di immagini di personaggi legati alla Resistenza per mostrare ai giovani il volto “vero” di questo periodo in Valle d’Aosta (realizzato da END Edizioni in collaborazione con A.N.P.I. Valle d’Aosta).

Prosegue, inoltre, la collaborazione con la Chambre valdôtaine des entreprises et des activités libérales per l’organizzazione degli Assaggi letterari, la presentazione della pubblicazione La Green Economy in Valle d’Aosta e la nuova iniziativa – con il contributo di Confcommercio Imprese per l’Italia regione Valle d’Aosta e di ADAVA-Associazione degli Albergatori della Valle d’Aosta – Il cibo racconta la Valle grazie alla quale, per tutto il periodo del Festival, sarà possibile degustare le eccellenze della gastronomia valdostana con menù a prezzo fisso proposti presso i ristoranti aderenti.

Numerosi incontri saranno animati dagli allievi e dagli insegnanti della SFOM della Fondazione Maria Ida Viglino per la cultura musicale che ha contribuito alla realizzazione del Festival.

Alla manifestazione collaboreranno altri enti e associazioni: Fondazione Natalino Sapegno, Aosta Iacta Est, Nati per leggere Valle d’Aosta, Università della Valle d’Aosta, DORA donne in Valle d’Aosta, Assessorato Sanità, Salute e Politiche sociali della Regione autonoma Valle d’Aosta, Di.A.Psi-Difesa Ammalati Psichici, Fulmini in linea retta, Fédérachon Valdoténa di Téatro Populéro e Liceo musicale di Aosta.

Il programma dettagliato delle iniziative sarà disponibile sul sito internet www.regione.vda.it e sull’applicazione gratuita per smartphone e tablet VdACultura.

9 su 10 da parte di 34 recensori Les Mots. Festival della parola in Valle d’Aosta Les Mots. Festival della parola in Valle d’Aosta ultima modifica: 2014-04-09T09:59:30+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento