Da La Fenice di Venezia approda la grande lirica al Teatro Tor Bella Monaca

TraviataNove opere, tutte prodotte da “La Fenice” di Venezia, saranno portate al Teatro Tor Bella Monaca a partire dal prossimo 10 aprile. I nove appuntamenti, ad un costo popolare di 5 euro, sono stati programmati grazie ad un’iniziativa nata dalla collaborazione del Teatro con la Federazione CEMAT e con il Conservatorio di Santa Cecilia. Il progetto anticipa le Domeniche in Opera, evento previsto nella prossima stagione.

Le nove opere, realizzate tutte in tempi recenti al Teatro La Fenice (dal 2004 al 2011), con l’Orchestra e Coro del Teatro – ad eccezione soltanto de “L’Olimpiade”, registrata nel 2006 al Teatro Malibran di Venezia con la Venice Baroque Orchestra – costituiscono un patrimonio di grande interesse rappresentato, in questa occasione, tramite i nuovi mezzi audiovisivi. In particolare, l’opportunità di vedere su grande schermo e con un’adeguata amplificazione opere importanti – dalla “Traviata” di Giuseppe Verdi alla “Maria Stuarda” di Gaetano Donizetti – concede allo spettatore l’occasione di vivere un’esperienza che molto si avvicina a quella offerta dalla rappresentazione dal vivo. In alcune delle serate le proiezioni saranno precedute da brevi interventi di giovani cantanti lirici, che interpreteranno arie da alcune opere.

“Una splendida iniziativa del Teatro di Tor Bella Monaca – afferma l’assessore alle Periferie e Lavori pubblici di Roma Capitale, Paolo Masini – volta a creare un incontro virtuoso tra una grande istituzione culturale del nostro Paese e un quartiere importante delle nostre periferie. Il percorso di riqualificazione che stiamo portando avanti nei nostri quartieri nasce proprio da questo approccio, fatto di scambio e contaminazione, e volto alla diffusione delle eccellenze. Il rilancio dei nostri quartieri passa anche da qui”.

Anche Alfredo Santoloci, direttore del Conservatorio “Santa Cecilia”, Emanuela Giordano, direttore della Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea, Albino Ruberti, amministratore delegato di Zètema Progetto Cultura, e Michela Di Biase, presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale, hanno sottolineato l’importanza dell’iniziativa del Teatro Tor Bella Monaca, oramai polo culturale di primo piano che, con la direzione organizzativa di Filippo D’Alessio e la direzione artistica di Alessandro Benvenuti, si è collocato in posizione di evidenza nel Sistema Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento