Quote latte, Confcooperative chiede fermezza

Confcooperative Fvg, cui sono associate la quasi totalità delle cooperative del settore lattiero-caseario della nostra regione, si schiera dalla parte della legalità e ritiene ingiustificate le proteste di quella minoranza di produttori che non intendono rispettare le regole imposte dal regime di applicazione delle quote latte. Dopo 30 anni di applicazione del sistema delle quote in Italia, sistema che terminerà nel 2015 – sottolinea Confcooperative Fvg – lo Stato italiano e tutto il sistema agricolo ha già abbondantemente pagato le inadempienze e il mancato rispetto delle norme vigenti da parte di pochi produttori che hanno deciso di lavorare al di fuori delle regole.

L’Ue, infatti, in questi anni ha trattenuto alla fonte la sanzione dovuta dagli aiuti Pac agli agricoltori per più di 2 miliardi di euro recando un danno a tutti i settori agricoli. Confcooperative fvg ha sempre sostenuto il rispetto delle regole da parte di tutti, anche per considerazione delle migliaia di aziende zootecniche che, negli anni, hanno sopportato ingenti sacrifici economici per acquistare le quote di produzione e adeguarsi al sistema in vigore.

Confcooperative Fvg sostiene quindi con fermezza la Regione nel suo impegno a garantire l’applicazione delle regole previste affinché non si incorra in ulteriori sanzioni che determinerebbero un danno economico per tutti i contribuenti italiani e per tutti quegli agricoltori che hanno rispettato le norme.

9 su 10 da parte di 34 recensori Quote latte, Confcooperative chiede fermezza Quote latte, Confcooperative chiede fermezza ultima modifica: 2014-03-12T16:41:00+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento