Como, Centri estivi Comune sperimenta nuove modalità di gestione

Scadono il prossimo 7 marzo i termini per la presentazione delle manifestazioni d’interesse per la gestione dei centri estivi comunali. “Vogliamo sperimentare nuove modalità di gestione – spiega il vicesindaco del Comune di Como, Silvia Magni, con delega all’assessorato alle Politiche Educative – e per questo abbiamo deciso di proporre un nuovo percorso per i centri estivi organizzati per i bambini e i ragazzi dai 3 agli 11 anni. Questo è solo il primo passo, il percorso è ancora tutto da costruire ed è legato alla risposta che avremo”. In questa prima fase, si verificherà se esistono le condizioni per la creazione di un albo dei soggetti gestori interessati ad organizzare iniziative estive per bambini e ragazzi. “Gli obiettivi che ci poniamo – prosegue Magni – sono garantire un’offerta ampia e di qualità, a condizioni economiche accessibili anche per i redditi medio-bassi, sperimentare una modalità dei servizi ispirata al principio di sussidiarietà coinvolgendo associazioni di volontariato e di promozione sociale, cooperative, polisportive  e onlus, e contenere i costi a carico del Comune”. Da qui la pubblicazione di un avviso esplorativo (www.comune.como.it Albo Pretorio on-line, Avvisi). Le modalità organizzative che si ipotizzano prevedono due possibilità: il soggetto gestore individua, all’interno di un elenco di strutture di proprietà comunale, l’edificio o lo spazio nel quale intende organizzare l’attività; in questo caso, il gestore dovrà corrispondere all’ente una somma a titolo di rimborso spese, calcolata su base settimanale. Il contributo potrà essere limitato alle spese di gestione, oppure potrà comprendere anche il rimborso del costo-pasto, nel caso in cui il servizio di ristorazione sia erogato dal Comune; il soggetto gestore organizza l’attività presso una propria sede. Le iscrizioni verranno raccolte direttamente dai singoli gestori, così come la retta di frequenza sarà determinata autonomamente dal gestore stesso. Le famiglie che iscriveranno i loro figli, ai Centri Estivi gestiti dai soggetti iscritti all’albo comunale e che soddisferanno i criteri previsti da un apposito bando, potranno beneficiare di un contributo sotto forma di voucher per le spese di frequenza alle iniziative estive. La manifestazione d’interesse per l’iscrizione in un apposito albo comunale, andrà comunicata entro le ore 13 del 7 marzo (il modulo da compilare è scaricabile da internet e andrà poi consegnato al Protocollo di Palazzo Cernezzi). “Se avremo un adeguato numero di manifestazioni di interesse – spiega Massimo Patrignani, dirigente del settore Politiche Educative –  entro il 30 marzo bandiremo un avviso pubblico per la formazione dell’Albo nel quale verranno dettagliati i criteri di selezione, i requisiti di accesso, gli impegni del Comune e quelli dei soggetti gestori”. Per maggiori informazioni è possibile contattare gli uffici al numero 031/252638.

9 su 10 da parte di 34 recensori Como, Centri estivi Comune sperimenta nuove modalità di gestione Como, Centri estivi Comune sperimenta nuove modalità di gestione ultima modifica: 2014-03-05T19:04:45+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento