Quarto, trentenne convinto di essere vittima del diavolo distrugge le mura di casa

L’uomo era ossessionato, certo che il demonio avesse occupato casa. Per liberare l’abitazione ha preso piccone e martello e ha sfasciato le mura domestiche. Autore del folle gesto è un uomo di 37 anni, che è quindi stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio disposto dalla polizia municipale.

L’uomo soffrirebbe da tempo di disturbi psichici. In balia di un raptus ha iniziato a sfondare le mura della sua abitazione in via Segaetano a colpi di martello, trapano e piccone nella convinzione di potersi liberare dal diavolo e dagli spiriti maligni.

I vicini: impauriti, hanno chiamato i vigili urbani. Il trentenne, che vive da solo, è stato sottoposto alle cure mediche e ai poliziotti che sono intervenuti ha detto di “aver fatto i buchi nei muri per far uscire i demoni che da settimane si sono impossessati della sua casa, del suo letto, del suo divano e della sua cucina”.

Lascia un commento