Bologna, cinquanta borse di studio per lavorare all’estero

mach-move2014Per chi ha tra i 18 e i 32 anni e desidera fare un’esperienza di lavoro all’estero c’è il progetto “Mech your move! 2” che mette a disposizione 50 borse di studio per giovani residenti in Emilia-Romagna, diplomati o laureati, che avranno l’opportunità di svolgere un tirocinio all’estero della durata di 14 settimane.

I settori di tirocinio sono: meccanica e meccatronica, elettronica ed elettrotecnica, automazione e robotica, pianificazione e progettazione, gestione e amministrazione aziendale, comunicazione e marketing, energia, ambiente e territorio, ricerca e sviluppo. I giovani tirocinanti potranno scegliere come Paese di destinazione: Irlanda, Germania, Spagna, Portogallo, Francia, Malta o Lituania.
Il soggiorno all’estero sarà della durata di 14 settimane, di cui 2 settimane di formazione linguistica e culturale e 12 di tirocinio professionale.

Le domande vanno presentate entro il 18 marzo per le partenze previste per aprile 2014.
Un secondo bando uscirà il 12 maggio 2014 (partenze a settembre 2014).

Scarica il bando e il modulo di candidatura

Alla prima edizione dell’iniziativa, lo scorso anno, hanno partecipato 56 ragazzi e, secondo i risultati presentati a Reggio Emilia, tre giovani su cinque hanno trovato lavoro entro sei mesi dal rientro dallo stage in Europa.

Per maggiori informazioni: http://mechyourmove.wordpress.com

oppure contattare: l’Ufficio Politiche Comunitarie e Relazioni Internazionali della Provincia di Reggio-Emilia, ente coordinatore del progetto,
C.so Garibaldi, 59 Reggio Emilia
e-mail: politiche.comunitarie@mbox.provincia.re.it – tel. 0522-444.193 /.137

Il progetto è realizzato con il contributo della Camera di Commercio di Bologna.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bologna, cinquanta borse di studio per lavorare all’estero Bologna, cinquanta borse di studio per lavorare all’estero ultima modifica: 2014-02-25T09:29:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento