Matteo Renzi al Quirinale per l’incontro con Giorgio Napolitano

Il segretario del Pd dovrebbe ricevere dal presidente incarico a formare il nuovo governo anche se il cammino è pieno di ostacoli.Angelino Alfano non ha alcuna intenzione di dare per scontato il sostegno di Ncd all’esecutivo e pone una serie di paletti. Il sindaco inoltre non riesce a convincere personalità, come l’ad di Luxottica Andrea Guerra, che potrebbero incarnare la svolta innovativa a cui punta.

L’ex delfino di Berlusconi vuole garanzie, a quanto si apprende, almeno sul fatto che la legge elettorale entrerà in vigore solo dopo la riforma del Senato, temendo che ad un certo punto, incassata la riforma del voto, il leader Pd e il Cavaliere si accordino per lo show down della legislatura. “Un accordo si troverà”, lasciano intendere i fedelissimi di Renzi. Il segretario Pd, anche per ridare entusiasmo al popolo dem, vorrebbe Romano Prodi al Tesoro.

Lascia un commento