Napoli, irruzione dal barbiere in via dell’Epomeo freddato Fortunato Sorianiello

Esecuzione di camorra a Soccavo. La vittima ha 24 anni ed è stata uccisa in un agguato alla periferia occidentale di Napoli. Fortunato Sorianiello è stato sorpreso dai killer in un negozio di barbiere di una traversa di Via dell’ Epomeo. Il ventenne era ritenuto vicino al clan camorrista dei Grimaldi. La vittima abitava in via Catone, nel Rione Traiano.

Nella barberia c’erano un titolare ed un cliente, che non sono rimasti feriti. I sicari sono fuggiti presumibilmente a bordo di motocicli. Il giovane era figlio di un pregiudicato, Alfredo Sorianiello, soprannominato “Alfredo ‘o biondo”, ritenuto un elemento di spicco del clan.

Il 9 settembre 2011, Fortunato Sorianiello era stato arrestato insieme al padre in un sotterraneo fortificato in via Catone, blindato e protetto da telecamere di videosorveglianza, utilizzato come base per lo spaccio di cocaina.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli, irruzione dal barbiere in via dell’Epomeo freddato Fortunato Sorianiello Napoli, irruzione dal barbiere in via dell’Epomeo freddato Fortunato Sorianiello ultima modifica: 2014-02-13T22:32:01+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento