Vicenza, centri diurni per anziani adeguata la retta con un aumento minimo dell’1,1%

La retta dei centri diurni per anziani Bachelet e Villa Rota Barbieri subirà un aumento minimo dell’1,1% che corrisponde alla variazione percentuale media dell’indice nazionale dei prezzi la consumo (FOI) nell’anno 2013.
Lo ha annunciato l’assessore alla comunità e alle famiglie Isabella Sala, precisando che per il 2014 gli ospiti del centro Bachelet che versano integralmente la quota pagheranno 24,71 euro al giorno anziché 24,44 euro, mentre quelli di Villa Rota Barbieri passeranno da 26,85 euro a 27,15 euro.
L’assessore ha però ricordato che per molti utenti di questo servizio è prevista la compartecipazione della spesa da parte del Comune che viene determinata in base alla situazione economica dell’assistito e dei suoi familiari.
Nel corso del 2013 gli anziani che hanno frequentato il centro Bachelet sono stati 47, mentre quelli che hanno usufruito dei servizi di Villa Rota Barbieri, specializzata nelle malattie degenerative come l’Alzheimer, sono stati 75.
La gestione di entrambi i centri è affidata dal Comune di Vicenza all’Ipab.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, centri diurni per anziani adeguata la retta con un aumento minimo dell’1,1% Vicenza, centri diurni per anziani adeguata la retta con un aumento minimo dell’1,1% ultima modifica: 2014-02-12T18:15:56+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento