Il Matteo della Lega apre a quello del Pd

Salvini a sorpresa apre una linea di credito nei confronti del sindaco di Firenze. “Vogliamo chiedergli cosa vuole fare. Non diciamo no a priori”. Il segretario del Carroccio non chiude ad un Governo a guida Renzi. Un’apertura similare che si registrerebbe anche da Sel e dai dissidenti grillini. Ma tornando alla Lega il segretario fissa i paletti. “Non diciamo no a priori a Renzi. Ma se saranno solo chiacchiere faremo la guerra parlamentare. Renzi ci dica se vuole esentare dalle tasse gli alluvionati, cancellare la riforma Fornero e ridiscutere dell’euro e dell’Europa. Se ci stupisce con risposte concrete noi non siamo pagati per dire no a priori”.

Lascia un commento