Energia, centrale Mercure contatto Pittella-Scopelliti

Il Governatore calabrese Giuseppe Scopelliti, in seguito ad un colloquio telefonico con il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, incontrerà domani, a Roma, il Ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando, per cercare una soluzione alla situazione relativa alla centrale elettrica del Mercure, al confine fra le due Regioni, in vista della sentenza del Consiglio di Stato prevista per il prossimo mese di aprile.

Secondo quanto reso noto dal portavoce di Pittella, quest’ultimo ha telefonato a Scopelliti durante un incontro con una delegazione di autotrasportatori che riforniscono la centrale del materiale vegetale che la fa funzionare, nel pomeriggio, a Potenza. Gli autotrasportatori hanno creato oggi difficoltà alla circolazione automobilistica con una protesta che ha interessato la carreggiata sud dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, nei pressi di Lauria.

La soluzione ipotizzata da Pittella e dai tecnici della Regione Basilicata, discussa con Scopelliti e che domani il governatore della Calabria illustrerà al Ministro, è in linea con la legge 241 del 1990, sul dissenso fra amministrazioni nelle conferenze di servizio. In tali casi, è prevista la mediazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri: dal momento che il Consiglio di Stato potrebbe indicare proprio nella mediazione di Palazzo Chigi la via per affrontare la questione del futuro della centrale, le Regioni Basilicata e Calabria chiederanno a Orlando di anticipare la procedura. Al termine della riunione, Pittella – sempre secondo quanto reso noto dal suo portavoce – ha invitato gli autotrasportatori a protestare ”con misura e senso di responsabilità” e ha chiesto loro di rimuovere il blocco che crea problemi al traffico sulla Salerno-Reggio Calabria.

9 su 10 da parte di 34 recensori Energia, centrale Mercure contatto Pittella-Scopelliti Energia, centrale Mercure contatto Pittella-Scopelliti ultima modifica: 2014-02-10T18:45:07+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento