Rombiolo, inaugurazione del monumento alla civiltà contadina

L’attività dell’amministrazione comunale di Rombiolo, che la prossima primavera concluderà il suo mandato elettorale, si sta dispiegando in opere di carattere socio-culturali e di riqualificazione del territorio. Queste realizzazioni avranno il momento più atteso nell’inaugurazione dell’auditorium, che avverrà oggi nel pomeriggio (ore 18,30). Si tratta di un’opera importante, che avrà la possibilità di ospitare anche 500 persone, iniziata nel 2000 con l’amministrazione del sindaco Giuseppe Barbuto, i cui lavori hanno conosciuto una serie di interruzioni, ma che finalmente vede la luce (l’opera è stata progettata da parte dell’amministrazione retta dal sindaco Domenico Petrolo, alla fine degli anni ‘90). Intanto nei giorni scorsi è stato inaugurato il monumento alla civiltà contadina in piazza De Gasperi.

Nel suo intervento, il sindaco Giuseppe Navarra, ha fatto un quadro delle opere che hanno contrassegnato la sua amministrazione, con un bilancio più che positivo, in considerazione della crisi si è abbattuta inesorabilmente, colpendo in particolare le amministrazioni locali. Il sindaco Navarra, con soddisfazione, ha ricordato le opere che sono state realizzate durante il suo mandato, a partire dal monumento dedicato alla civiltà contadina. “Abbiamo voluto riqualificare questo angolo di piazza con il posizionamento di questo monumento che richiama le tradizioni contadine del nostro territorio, realizzato il viale sovrastante, per regolamentare il traffico e renderlo più vivibile, e nonostante le critiche iniziali, ad opera conclusa, c’e’ stato sicuramente l’apprezzamento della cittadinanza”. L’opera di riqualificazione, come ha ribadito Navarra, è stato l’obiettivo prioritario fin dal suo insediamento, ritenendo che fosse importante riqualificare ed abbellire le piazze e le strutture già esistenti sul territorio: “come questo di Piazza De Gasperi, l’angolo di Via Roma (demolendo un rudere), il viale sovrastante con l’ingresso del Palazzo Municipale, i campetti del comune, il lavatoio e la piazza di Presinaci, piazza Don Mazza a Pernocari, la piazza di Orsigliadi, via Gramsci i cui lavori inizieranno a breve, e tanti altri piccoli interventi che hanno avuto come principale obiettivo quello di rendere più vivibile il nostro comune”. Poi, Infine, ha aggiunto: “Abbiamo cercato di completare le opere incompiute come l’auditorium, dando anche a Rombiolo la possibilità di avere una struttura dove poter realizzare le varie iniziative”. A queste opere non vanno dimenticate quelle più piccole, come l’arredo urbano, la differenziata, e tante altre iniziative che hanno permesso di gettare le basi per una crescita culturale e civile del comune.

L’opera dedicata alla civiltà contadina è stata realizzata dall’artista Pantaleone Rombolà, intitolandola “Madre contadina”, per esaltare la figura di donna contadina che con grande sacrificio e con coraggio ha saputo affrontare le avversità della storia, forte della fede nella divina provvidenza. A giudizio dell’artista, esprime un messaggio morale e di umanità valido ai nostri giorni,  in cui si ravvisa sia l’identità culturale che la memoria, e simboleggia l’idea di maternità nei suoi diversi significati culturali, ma rappresenta anche un messaggio di vita per le future generazioni.

9 su 10 da parte di 34 recensori Rombiolo, inaugurazione del monumento alla civiltà contadina Rombiolo, inaugurazione del monumento alla civiltà contadina ultima modifica: 2014-02-07T16:25:16+00:00 da Nicola Rombolà
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento