Firenze, la necessità della memoria collettiva per Vera Jarach domani alle Murate

“Dalla deportazione razziale ai desaparecidos” è il titolo dell’incontro/dibattito (con letture e sonorizzazioni dal vivo) con Vera Vigevani Jarach che l’associazione culturale la Nottola di Minerva, in collaborazione con la Regione Toscana, organizza domani 4 febbraio, alle ore 17:30, presso il Suc delle Murate. Parteciperanno Cristina Scaletti, assessore regionale alla cultura, e Carlos Cerniak, ministro per i diritti umani dell’Ambasciata della Repubblica Argentina.

“Credo nell’impossibilità dell’oblio quando si tratta di grandi e gravi, tragiche storie e credo anche nella necessità della memoria collettiva. […] So molto bene che l’esilio, come l’emigrazione, lasciano segni per tutta la vita. Io stessa l’ho vissuto. Avevo 11 anni quando la mia famiglia si rifugiò dall’Italia fascista in Argentina, nel 1939. Avvenne per via delle leggi razziali di Mussolini. […] Il segno è rimasto per sempre. Ma ci sono degli aspetti che ti arricchiscono”.

V. Jarach, I ragazzi dell’esilio

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, la necessità della memoria collettiva per Vera Jarach domani alle Murate Firenze, la necessità della memoria collettiva per Vera Jarach domani alle Murate ultima modifica: 2014-02-03T20:07:25+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento