Roma, donna molestata da due persone in piazzale dei Partigiani

E’ avvenuto all’interno di un’auto parcheggiata in cui aveva accettato di dormire. Uno dei due, un romeno di 31 anni, è stato arrestato dalla Polizia per violenza sessuale e atti osceni. L’altro, minorenne, è stato portato in un centro di accoglienza. La donna vagava nella stazione Termini quando ha conosciuto i due e assieme a loro è andata a dormire nell’auto, dove i giovani da un pò di tempo vivevano. Nella notte ha subito palpeggiamenti e diversi tentativi di violenza, fino all’arrivo degli agenti del Commissariato Celio. La violenza è avvenuta in piazzale dei Partigiani, non lontano dal centro storico. I due stranieri, bloccato lo sportello sul lato passeggero, hanno spogliato la donna palpeggiandola e cercando di avere con lei un rapporto sessuale.

Una pattuglia, nel corso dei servizi di controllo del territorio, ha notato dei movimenti all’interno dell’auto. Gli agenti hanno aperto lo sportello sul lato guida e colto i due in atteggiamento inequivocabile. Alla vista della Polizia si sono rivestiti e la donna, sconvolta, ha cercato in un primo momento di allontanarsi. Tranquillizzata ha raccontato quando accadutole. Al termine degli accertamenti per il trentenne è scattato l’arresto per rispondere di violenza sessuale ed atti osceni in luogo pubblico, mentre il minorenne è stato portato in un centro di accoglienza. La ragazza, soccorsa, è stata portata in ospedale per le opportune cure ed i test necessari.

Lascia un commento