Accordo tra Renzi e Berlusconi sulla riforma della legge elettorale

Alla fine i due principali partiti italiani hanno trovato un punto d’accordo con una soglia di accesso al premio al 37%, premio del 15% con tetto massimo del 55%. Nessuna coalizione può conquistare più del 55% dei parlamentari. Una clausola vista come una garanzia contro possibili tentativi di modifica della Costituzione da parte di una sola forza politica. Lo sbarramento per l’ingresso in Parlamento, per chi si presenta all’interno di una coalizione, si riduce al 4,5%. I partiti che ottengono il 9% in almeno tre regioni rientrano comunque in Parlamento. Sono inserite su richiesta dell’Ncd le multi candidature.

Lascia un commento