Rafforzare il legame con i lucani nel mondo

Un affettuoso saluto “a tutte le lucane e a tutti i lucani che vivono stabilmente in altre regioni italiane ed in altri Paesi del mondo, ed anche ai tanti giovani che per motivi di studio e di lavoro si trovano temporaneamente lontano dalla Basilicata”. Lo invia, con una lettera, Piero Lacorazza a pochi giorni dalla sua elezione alla carica di presidente del Consiglio regionale della Basilicata.

“La principale istituzione della Basilicata, oltre ad approvare buone leggi e seri programmi per il futuro di questa terra, deve essere in grado di mantenere e di rafforzare il legame fra le tante piccole e grandi Basilicate presenti in ogni angolo del mondo”, scrive Lacorazza ricordando “la riconoscenza di intere comunità per le rimesse che i protagonisti della prima e della seconda grande ondata migratoria hanno sempre assicurato ai loro Comuni di provenienza, e che in momenti difficili hanno consentito a molte famiglie di sopravvivere”.

Una riconoscenza “ancora molto presente – aggiunge il presidente del Consiglio regionale – anche nella società globale di oggi, in cui tanti giovani partono nuovamente per trovare un lavoro ed un futuro altrove, o anche solo per conoscere il mondo ed acquisire nuove conoscenze”.

“Io mi auguro che questi giovani continuino a viaggiare e riescano ad ampliare il proprio bagaglio di esperienze – conclude Lacorazza -, ma allo stesso tempo spero che le istituzioni pubbliche si impegnino senza retorica a determinare le condizioni perché le ragazze e i ragazzi lucani possano trovare qui in Basilicata un lavoro e un futuro. E mi impegno a fare la mia parte. E’ anche così che si rafforza l’identità di un popolo che quando è stato unito ha scritto pagine importanti della sua storia”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Rafforzare il legame con i lucani nel mondo Rafforzare il legame con i lucani nel mondo ultima modifica: 2014-01-20T09:32:32+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento