Potenza, De Filippo rinnova iscrizione a Prntt

Il Segretario regionale del Pd lucano, Vito De Filippo, ha scelto di sostenere anche nel 2014 il Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito.
Lo comunica il segretario dei Radicali Lucani, Maurizio Bolognetti, evidenziando che il Prntt “non è un soggetto politico elettorale”. “A Vito De Filippo, da anni sostenitore del Pr – fa sapere Bolognetti – va il mio ringraziamento. Sono certo che avremo modo in quest’anno difficile di condividere lotte e iniziative”.
Bolognetti, citando il preambolo allo Statuto del Prntt, ricorda che: “Il Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito proclama il diritto e la legge, diritto e legge anche politici del Partito Radicale, proclama nel loro rispetto la fonte insuperabile di legittimità delle istituzioni, proclama il dovere alla disobbedienza, alla non-collaborazione, alla obiezione di coscienza, alle supreme forme di lotta nonviolenta per la difesa, con la vita, della vita, del diritto, della legge. Richiama se stesso, ed ogni persona che voglia sperare nella vita e nella pace, nella giustizia e nella libertà, allo stretto rispetto, all’attiva difesa di due leggi fondamentali quali: La Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo (auspicando che l’intitolazione venga mutata in ‘Diritti della Persona’) e la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo nonché delle Costituzioni degli Stati che rispettino i principi contenuti nelle due carte; al rifiuto dell’obbedienza e del riconoscimento di legittimità, invece, per chiunque le violi, chiunque non le applichi, chiunque le riduca a verbose dichiarazioni meramente ordinatorie, cioè a non-leggi. Dichiara di conferire all’imperativo del ‘non uccidere’ valore di legge storicamente assoluta, senza eccezioni, nemmeno quella della legittima difesa”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Potenza, De Filippo rinnova iscrizione a Prntt Potenza, De Filippo rinnova iscrizione a Prntt ultima modifica: 2014-01-16T18:06:01+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento