Veroli, convento di Sant’Erasmo trasformato in una struttura ricettiva

Il monastero di Sant’Erasmo a Veroli, in provincia di Frosinone, è rimasto inutilizzato per molto tempo con il rischio di essere svenduto ai privati. Il convento risale al 1500 circa, si trova tra le abbazie di Montecassino e Subiaco ed era usato come punto di ristoro anche da San Benedetto. L’edificio è in stile romanico, è ricco di opere d’arte e di affreschi. Un’attrazione che la nostra Regione non poteva lasciare in stato di abbandono. Per questo il monastero è stato ristrutturato e torna ad essere una struttura per l’accoglienza, con 13 nuove camere che potranno ospitare fino a 25 persone.

“Esiste un’Italia che funziona è generosa e ha capacità. Questo ne è un esempio”, ha detto Fabio Refrigeri, assessore regionale alle infrastrutture. “Dare ricettività – ha aggiunto Fabio Refrigeri – significa anche dare una possibilità di sviluppo e di turismo, sia di carattere religioso, sia di altro tipo. E’ un lavoro che è stato eseguito straordinariamente, di questo ringrazio la diocesi e i tecnici. Voglio rimarcare la presenza della Regione anche su una buona pratica di questo genere’’.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento