Asm prima in Italia per norme su trasparenza e anti corruzione

L’Azienda sanitaria di Matera prima inm Italia per l’applicazione delle norme sulla trasparenza e di contrasto al fenomeno della corruzione.
Lo comunica la stessa Asm spiegando che “i dati (diffusi nell’ambito della campagna Riparte il Futuro promossa da Gruppo Abele e Libera) vedono la Basilicata attestarsi su una media del 77 per cento, sospinta però dall’eccellente risultato della Asm di Matera con un solitario 94 per cento di applicazione delle corpose disposizioni della legge 190/2012”.
“I risultati – spiega l’Asm – sono il frutto di un monitoraggio costante che tiene conto di diversi fattori, quali la trasparenza dei vertici dell’organo amministrativo, la nomina del responsabile anticorruzione, il piano triennale anticorruzione e trasparenza. Secondo le verifiche effettuate dalla campagna Riparte il Futuro, la Asm ha quasi completamente centrato l’obiettivo del 100 per cento”.
“Siamo particolarmente lieti di poter vantare un tasso di trasparenza così elevato – sostiene il Direttore Generale dell’Asm Rocco Maglietta-. I datti diffusi ci collocano al vertice in Italia nella applicazione di norme di prevenzione della corruzione, che richiedono controlli, continui aggiornamenti ed una imponente raccolta ed aggregazione di dati da ogni articolazione aziendale. Riteniamo -ha aggiunto- che anche la trasparenza, quale deterrente al fenomeno della corruzione, contribuisca a creare “buona sanità”, declinata in tal caso come la capacità della Asm di essere vicina alla gente attraverso la pubblicazione di dati, notizie, tempi dei procedimenti amministrativi che faciliano la conoscenza dei servizi che eroghiamo. Ciò non fa che rendere più trasparente l’operato degli uffici e più semplice l’agire quotidiano di cittadini ed imprese”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Asm prima in Italia per norme su trasparenza e anti corruzione Asm prima in Italia per norme su trasparenza e anti corruzione ultima modifica: 2014-01-02T18:51:09+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento