Gioia Tauro, messa in Capitaneria per la festa di Santa Barbara

Come ogni anno nel giorno di Santa Barbara è ormai tradizione festeggiare la patrona della Marina Militare e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e pertanto è stata officiata, oggi, nei locali della Capitaneria di porto di Gioia Tauro, a cura di S.E. Mons. MILITO Francesco, Vescovo della Diocesi Oppido M. – Palmi, assistito dal Cappellano del Porto Don Gildo ALBANESE e Don Antonio NICOLACI, una Santa Messa per la ricorrenza appunto della Santa Patrona.

Alla cerimonia hanno partecipato diverse autorità militari e civili quali il Dott. Giuseppe CREAZZO – Procuratore Capo della Procura di Palmi, Ing. Giovanni GRIMALDI -Presidente dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro, l’Avv. Salvatore SILVESTRI – Segretario dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Gioia Tauro, il Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Gioia Tauro, nonché il sindaco di Gioia Tauro Renato BELLOFIORE, il sindaco di Palmi Giovanni BARONE e il sindaco di San Ferdinando Domenico MADAFFERI, e poi hanno partecipato alla celebrazione l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, l’Associazione Nazionale Carabinieri, l’Associazione Santa Barbara ecc.

Una cerimonia semplice fatta di parole vere e sentite dove il nuovo Comandante Barbagiovanni Minciullo ha voluto ringraziare i presenti per la partecipazione definendo questo giorno di festa un’occasione per rafforzare i rapporti interpersonali e ricordare nel contempo i nostri colleghi che non ci sono più, e concludendo, ha rivolto un pensiero alle vittime della tragedia di Genova che  ha coinvolto direttamente il Corpo delle Capitanerie di Porto e più in generale a tutti coloro che, ancora oggi, periscono in mare alla ricerca della pace.

9 su 10 da parte di 34 recensori Gioia Tauro, messa in Capitaneria per la festa di Santa Barbara Gioia Tauro, messa in Capitaneria per la festa di Santa Barbara ultima modifica: 2013-12-04T16:44:26+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento