Croati bocciano le nozze gay

Il 65% dei votanti ha scelto di inserire nella Costituzione il divieto ai matrimoni gay. L’affluenza al referendum è stata bassa, solo il 35%, ma in Croazia non è richiesto quorum e il divieto scatterà nella carta fondamentale.

Il referendum è stato promosso da una associazione cattolica conservatrice. Per il no alle nozze gay erano Chiesa cattolica e destra, per il sì la sinistra (al governo), stampa e università.

Lascia un commento