Una sessantina di tifosi laziali sono ancora sotto fermo a Varsavia

I capitolini sono in queste ore sotto processo per direttissima da parte delle autorità giudiziarie polacche, in seguito agli incidenti del prepartita di Legia Varsavia-Lazio. Lo ha reso noto il Ministro degli Esteri Emma Bonino in una nota, aggiungendo che “non si può escludere che qualcuno di essi possa essere soggetto a misure restrittive della libertà personale per aver commesso reati di diversa gravità.

Lascia un commento