Udine, la vittoria del friulano Roberto Fasulo motivo d’orgoglio

“Un’ulteriore motivo di orgoglio e di soddisfazione per Udine e per tutta la regione, segno evidente che quando un intero sistema regionale riesce a fare squadra e presentare prodotti artistici di assoluta qualità, in questo caso le iniziative cinematografiche, non può che essere vincente”.

Così l’assessore comunale alla Cultura, Federico Pirone, esprime la propria soddisfazione nell’apprendere della vittoria di “Tir” all’ottava edizione del Festival del Cinema di Roma. Il film del friulano Roberto Fasulo e distribuito dalla Tucker Film di Udine, infatti, si è aggiudicato il Marc’Aurelio d’Oro oltre al Premio AMC per il montaggio di Johannes Hiroshi Nakajima.

“Il grande lavoro svolto in questi anni dalla Tucker Film – prosegue Pirone – sta ottenendo ora i meritati risultati e riconoscimenti, a dimostrazione di quanto questa terra riesca ad essere competitiva anche promuovendo pellicole di qualità e di grande coinvolgimento intellettuale e non di puro e semplice intrattenimento di facile consumo. Da parte del Comune di Udine dunque – prosegue – non può che esserci grande soddisfazione per questo risultato. Oggi, infatti, festeggiamo la vittoria di ‘Tir’, ma non dimentichiamo anche l’enorme successo di ‘Zoran’ di Matteo Oleotto e il prossimo ‘Parole Povere” di Francesca Archibugi, tutte pellicole firmate Tucker Film. Non possiamo quindi che essere orgogliosi che in città abbiano la loro sede un importante fondo regionale per l’audiovisivo, il cinema Visionario e la Tucker Film fondata dal Centro espressioni cinematografiche di Udine e da Cinemazero di Pordenone, senza dimenticare il Far East Film Festival e l’importanza che per tutto il territorio regionale ha la ‘Friuli Venezia Giulia Film Commission’. Piccoli, grandi, gioielli – conclude l’assessore – che fanno conoscere al di fuori dei confini regionali una terra come il Friuli capace di coniugare territorio, cinema e cultura di qualità”.

Lascia un commento