Palermo, sugli autobus controllori in borghese per sanzionare chi non paga il biglietto

Guerra senza quartiere ai portoghesi dei mezzi pubblici “dichiarata” dal Consiglio d’amministrazione dell’Amat che ha autorizzato il personale addetto al controllo dei biglietti ad operare in borghese a bordo dei mezzi al fine di individuare e sanzionare coloro che non pagano il biglietto e quindi scoraggiare l’evasione.

Secondo le stime dell’azienda, la percentuale di evasione è pari a circa il 50% con un danno economico di 9 milioni di euro annui.

Lascia un commento