Rogliano, due medici in servizio nel laboratorio analisi dell’ospedale trasferiti a Cosenza

Il sindaco Giuseppe Gallo denuncia la “dequalificazione del nostro presidio ospedaliero” volto a “meschine manovre di pervicace ridimensionamento che continuano a provocare i gravi danni che sono sotto gli occhi di tutti”. Per il primo cittadino del centro alle porte di Cosenza “mentre il presidio di Rogliano viene così ostinatamente disastrato, non si risolvono  neanche i problemi della sanità ospedaliera di Cosenza, che fa acqua da tutte le parti e che produce casi di malasanità in serie industriale, e questo  senza che nessuno muova un dito  per sanzionare  le inadempienze più clamorose. Queste continue, ossessive  deliberazioni, rivolte ad un ospedale che funzionava perfettamente e che era un fiore all’occhiello della sanità calabrese, mi inducono ad assumere una posizione ben chiara: che si riprendano questo ospedale e che ci restituiscano lo stabile che appartiene alla  comunità di Rogliano, visto che queste quattro mura  furono costruite grazie  ad una sottoscrizione dei minatori e degli emigrati roglianesi. Questa gente non è degna di detenere un patrimonio di tanta nobiltà”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Rogliano, due medici in servizio nel laboratorio analisi dell’ospedale trasferiti a Cosenza Rogliano, due medici in servizio nel laboratorio analisi dell’ospedale trasferiti a Cosenza ultima modifica: 2013-11-14T04:23:30+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento