Zevio, Vittorio Albiero uccide la moglie Giancarla Bonente poi si toglie la vita

Dramma familiare in provincia di Verona. Un anziano ha ucciso la moglie con un fucile da caccia calibro 12 e quindi ha rivolto l’arma contro sé e si è suicidato. E’ accaduto all’interno di una villetta di via Ronchesana, della zona periferica a Santa Maria di Zevio, sulla strada che porta a Ronco all’Adige. Vittorio Albiero aveva 79 anni mentre la moglie Giancarla Bonente era di 75 anni. I corpi sono stati ritrovati da uno dei cinque figli della coppia. Sarebbe stato poi il cognato a chiamare il 112.

L’anziano non ha lasciato alcun biglietto per spiegare le ragioni del gesto, ma i Carabinieri ritengono che all’origine della tragedia familiare vi siano state le cattive condizioni di salute della donna. Secondo le prime testimonianze raccolte, infatti, da tempo l’uomo soffriva di crisi depressive, aggravate dalla condizione precaria della consorte, affetta da patologie cardiache.

Lascia un commento