Messina, arrestato a Singen il latitante Vincenzo Crascì

L’uomo, condannato a 21 anni per omicidi plurimi in concorso ed estorsioni, si nascondeva a Singen, cittadina della Germania. I Carabinieri di Parma, dopo anni di ricerche in collaborazione con la polizia tedesca, hanno scovato e arrestato Vincenzo Crascì, 54 anni, originario di Messina, affiliato alla famiglia dei Chiofaliani.

Prima di darsi alla latitanza era vissuto a Parma dove faceva l’ortolano. Dal 2011 si nascondeva in Germania.

Lascia un commento